Negozio online: uno strumento veloce, economico e conveniente per lo shopping

Aggiornata:
12 minuti di lettura
Negozio online: uno strumento veloce, economico e conveniente per lo shopping
Immagine: Jittapon Kraithong | Dreamstime
Condividere

È redditizio creare un negozio online e vendere beni? In pratica si.

I vantaggi dello shopping online sono stati apprezzati dagli utenti di tutto il mondo. Adesso non c’è più bisogno di girare per tutti i negozi della città, confrontando prezzi e assortimento: puoi scegliere un prodotto, studiarne le caratteristiche ed effettuare acquisti senza uscire di casa. Tutto questo è molto conveniente e fa risparmiare tempo. L’apertura di un negozio del genere richiede una spesa relativamente piccola. Non sono previste spese per l’acquisto di attrezzature per la vendita al dettaglio, l’affitto di spazi commerciali, la pubblicità esterna e interna, la realizzazione di insegne, targhe, progettazione dei gruppi di ingresso, ecc.

Il proprietario dovrà però investire in pubblicità contestuale, acquistando un nome a dominio e pagando l’hosting, un certificato SSL, e serviranno anche dei soldi per pagare i servizi dei liberi professionisti (programmatori, layout designer, web designer, namer, copywriter , specialisti della configurazione della pubblicità contestuale, ottimizzatori SEO e così via). È vero, se lo desideri, puoi fare a meno dei liberi professionisti e capirlo da solo. Ma è una lunga strada. Inoltre, il lavoro di un dilettante può essere visto da un miglio di distanza e un sito del genere, francamente, non ispira fiducia tra gli utenti.

Business: quali tipologie esistono e le principali sfumature di un lancio di successo
Business: quali tipologie esistono e le principali sfumature di un lancio di successo
7 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

In questo articolo, daremo risposte a tutte le domande di base che interessano le persone che vogliono avere il proprio negozio online e inizieremo con quello che è.

Cos’è un negozio online

Negozio online: un sito interattivo che illustra i prodotti e offre l’opportunità di ordinarli.

Come funziona un negozio online

Molte persone sanno come funziona un negozio online. Ripetiamo:

  1. Un acquirente arriva nel tuo negozio tramite risultati di ricerca naturali o pubblicità contestuale tramite un sito aggregatore.
  2. Utilizzando un filtro di ricerca, l’utente seleziona il prodotto desiderato, ne esamina le foto, le caratteristiche, la descrizione ed effettua una scelta o arriva immediatamente alla pagina del prodotto. In questo caso, il filtro di ricerca sul sito è necessario solo per acquisti aggiuntivi.
  3. Dopo aver effettuato la scelta a favore di un prodotto, l’utente lo aggiunge al carrello ed effettua un ordine.
  4. Il project manager richiama il cliente e chiarisce tutto, oppure l’ordine viene elaborato automaticamente.
  5. Il corriere invia l’ordine all’indirizzo specificato.
  6. Il cliente paga e riceve la merce (è possibile anche il pagamento anticipato).

Lo schema di lavoro di un negozio online dipende in gran parte dalla nicchia, dal tipo di commercio. In particolare, vale la pena distinguere tra i segmenti B2B (wholesale) e B2C (retail). La funzionalità dei portali B2B può variare notevolmente. Di norma, i progetti B2B sono sviluppati da professionisti. Tali progetti sono molto più difficili da realizzare.

Piano aziendale e scelta di una nicchia promettente

Nonostante oggi il mercato dell’e-commerce sia molto sviluppato, esistono ancora nicchie promettenti con una soglia di ingresso bassa. Ora tutto si vende via Internet: vestiti, elettrodomestici, fiori, medicinali, souvenir e persino cibo. Ma con un’analisi dettagliata, potrebbe risultare che non ci sono così tante opzioni.

Immagine: One Photo | Dreamstime

Quindi, l’elettronica e gli elettrodomestici vengono acquistati molto spesso nei negozi online. Ma non dimenticare che in questa nicchia dovrai competere con i più grandi attori del mercato che hanno negozi non solo online, ma anche offline con filiali in ogni città del nostro paese. Inoltre, un’attività del genere richiede seri investimenti, principalmente per l’acquisto di beni. Se parliamo di medicinali, abbiamo bisogno di una licenza, di permessi speciali. Gestire un’attività di fiori ha le sue caratteristiche. In particolare non bisogna dimenticare che l’attività è stagionale, i picchi di vendita arrivano nei giorni festivi, le merci sono deperibili, quindi è importante fare acquisti nella giusta quantità. Non puoi fare nel settore dei fiori e senza un buon fiorista.

CRM: porta la tua relazione con i tuoi clienti a un livello superiore
CRM: porta la tua relazione con i tuoi clienti a un livello superiore
6 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

Sulla base di ciò, possiamo concludere: considerare non solo il principio di funzionamento del negozio online nel suo insieme, ma anche le regole di base del fare affari, che sono applicabili anche nel trading offline. In altre parole, è consigliabile scambiare prodotti per animali domestici, fiori, prodotti alimentari su Internet se hai esperienza nel trading offline, conosci bene questa nicchia, la domanda, le condizioni di conservazione delle merci, la stagionalità e altri fattori.

Naturalmente, per i principianti è meglio optare per un prodotto con una lunga durata che non richieda condizioni di conservazione o licenze speciali per la vendita. Tali nicchie includono oggetti per donne e bambini, giocattoli, souvenir (fatti a mano, graziosi ciondoli, ecc.). È anche redditizio vendere accessori cinesi: caricabatterie universali, tutti i tipi di custodie per telefoni e smartphone cinesi.

Molti sono interessati alle istruzioni dettagliate su come aprire un negozio online. Tuttavia, è importante capire che il 90% del successo dipende da una nicchia ben scelta. Prova a farti un’idea originale da solo, pensa con amici, parenti, familiari. Idee interessanti possono essere trovate su siti Web stranieri, portali pubblicitari, ecc. Più l’idea è originale e meno concorrenti, meglio è. Ma non dimenticare la domanda.

Idealmente, se si tratta di un progetto serio e intendi attirare investitori, è necessario scrivere un piano aziendale dettagliato per un negozio online. Tutto dovrebbe essere indicato in un tale progetto: costi di creazione, spese mensili, profitto pianificato, analisi della concorrenza, valutazione del rischio. Elaborare il giusto business plan è tutta una scienza. Ecco perché molti si rivolgono a specialisti. Anche su Internet puoi trovare piani aziendali già pronti a pagamento e gratuiti con calcoli.

MarTech: nel marketing senza tecnologia, perderai
MarTech: nel marketing senza tecnologia, perderai
11 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

Studiandoli, puoi valutare rapidamente quanto sia promettente questa o quella direzione. Tuttavia, dovrebbe essere chiaro che tali documenti dovrebbero essere presi solo come base e quindi adattati alle proprie esigenze. In particolare, a progetti finiti, possono essere indicati prezzi irrilevanti (poiché il piano può essere redatto diversi anni fa, e il dollaro è febbricitante), ecc.

Come aprire un negozio online: istruzioni passo passo

Dopo aver selezionato la nicchia, viene redatto il piano aziendale, puoi iniziare a implementare il progetto. Considera un breve diagramma su come aprire un negozio online:

  1. Acquisto di un nome di dominio e hosting
  2. Installazione CMS, preferibilmente CRM.
  3. Sviluppo di un design, logo, layout, programmazione di un sito Web unico o utilizzando un modello già pronto.
  4. Collegamento dei sistemi di pagamento.
  5. Riempire il negozio di prodotti.
  6. Ottimizzazione SEO, ottimizzazione tecnica del sito (impostazione di robots.txt, creazione di una mappa del sito, metriche, regionalità, ecc.).
  7. Promozione del progetto (pubblicità contestuale, manutenzione dei social network, dei canali YouTube, ecc.).

E ora parliamo più nel dettaglio.

Come scegliere un nome per un negozio online

La famosa espressione “qualunque tu chiami una nave, così salperà” qui è più vera che mai. Il nome di dominio dovrebbe evocare le associazioni giuste.

Immagine: Jittapon Kraithong | Dreamstime

Fai un brainstorming, abbozza alcune buone idee e chiedi al tuo pubblico di destinazione se pensano di essere buone. Se sei serio, è consigliabile contattare specialisti, nominatori che si occupano professionalmente di questo problema. Il nome del negozio dovrebbe essere memorabile, risonante, correlato all’argomento delle vendite, delle merci, è auspicabile che corrisponda al nome di dominio del sito. I nomi brevi in ​​una parola sono più facili da ricordare.

Creazione di un sito web

Convenzionalmente, la creazione del sito può essere suddivisa in 3 fasi principali:

  • Lancio tecnico.
  • Contenuti di riempimento.
  • Impostazione di sistemi di analisi e test finali.
Analisi SWOT: identifica i punti di forza e di debolezza della tua attività
Analisi SWOT: identifica i punti di forza e di debolezza della tua attività
6 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

Come già accennato, logo, design, layout, programmazione, ottimizzazione SEO, promozione SMM possono essere ordinati da specialisti. In questo caso, la domanda su quanto costa creare un negozio online sarà più rilevante che mai per te e la parte del leone del budget può andare a pagare i servizi di specialisti.

Certo, rivolgendoti a specialisti, puoi evitare numerosi errori, ottenere un lavoro professionale. Inoltre, anche quando contatti gli specialisti, puoi risparmiare. Ad esempio, puoi ordinare lo sviluppo in un’agenzia chiavi in ​​mano o puoi contattare singoli liberi professionisti. In quest’ultimo caso, dovrai controllare in modo indipendente il progetto, cercare specialisti intelligenti di vari settori. Ma in generale, questo sarà più economico.

Il prossimo problema che dovrà affrontare chi preferisce fare tutto da solo è la scelta di un “motore”, un sistema di gestione dei contenuti. Sono a pagamento e gratuiti. Uno di questi, utilizzato per i blog, che molti conoscono è WordPress. Ma per i negozi online, OpenCart e PrestaShop sono più adatti. Questi sono motori gratuiti con funzionalità semplici. Ecco perché molti esperti li consigliano ai principianti. Questi motori hanno versioni russe, documentazione di installazione russa e FAQ (che è importante), comunità russa, nonché modelli integrati a pagamento e gratuiti.

Slogan: come creare lo slogan giusto per la tua attività
Slogan: come creare lo slogan giusto per la tua attività
9 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

Ampie opportunità per lavorare con i contenuti ti consentono di creare lavoro in modo efficace. I motori hanno un editor visuale (si inserisce testo normale, che viene automaticamente convertito in testo html con i tag necessari), un blocco “notizie”, un blocco “lavora con i prodotti”, la possibilità di creare nuove pagine (ad esempio, per la promozione SEO di articoli – puoi pubblicare testi “come scegliere un prodotto”, “sfumature di funzionamento” e altri articoli utili per il pubblico di destinazione che dimostrano la tua esperienza).

Come attirare acquirenti

  • Ottimizzazione corretta per i motori di ricerca.
  • Pubblicità nei social network, creazione e mantenimento di gruppi tematici.
  • Pubblicità contestuale.
  • Partnership con aggregatori di prodotti.
  • Pubblicità su forum e blog tematici.
  • Pubblicità offline.

Dove acquistare la merce per la rivendita

Proprio come in altri casi, la risposta alla domanda su dove acquistare prodotti per un negozio online dipende direttamente dalla tua nicchia.

Immagine: Denis Kozlov | Dreamstime

Se decidi di commerciare vestiti o articoli per bambini, puoi negoziare con sarti privati, è meglio acquistare materiali da costruzione direttamente dai produttori. Hai deciso di vendere artigianato? I buoni fornitori possono essere trovati sui siti di annunci. Le merci cinesi vengono ordinate su siti come Aliexpress, alibaba.com, Dealextreme.com.

Ricerca del personale

In effetti, all’inizio puoi fare a meno dei dipendenti. I liberi professionisti possono essere assunti per compilare schede prodotto e mantenere gruppi. È anche vantaggioso esternalizzare la contabilità e i servizi IT.

In futuro, con un aumento delle vendite, avrai bisogno di un magazzino per lo stoccaggio delle merci (rispettivamente magazzinieri), dipendenti per la gestione delle chiamate (è auspicabile che conoscano bene il prodotto, siano educati) e il tuo servizio logistico. Ma tutto ciò sarà richiesto nella fase di ridimensionamento dell’attività e nelle fasi iniziali semplicemente non è consigliabile gonfiare un personale numeroso.

È redditizio aprire un negozio online

Non esiste una risposta univoca a questa domanda. Tutto dipende dalla nicchia scelta, dal livello di concorrenza, dal coinvolgimento nel progetto, dalla professionalità dei dipendenti. È importante investire regolarmente in pubblicità, aggiornare e migliorare i contenuti, seguendo le tendenze del mercato e le esigenze dei motori di ricerca. Ad esempio, con una corretta ottimizzazione, contenuti di alta qualità e unici, il tuo sito potrebbe trovarsi nella prima pagina dei risultati di ricerca, ma non appena il motore di ricerca applica nuovi filtri, i cui requisiti non avevi previsto, la posizione del il sito cadrà. Devi seguire questo.

Il dropshipping è un modo efficace per fare trading per gli imprenditori
Il dropshipping è un modo efficace per fare trading per gli imprenditori
6 minuti di lettura
Editorial team
Editorial team of Pakhotin.org

E infine. Gli errori più comuni che provocano arresti anomali sono:

  • Contenuti non esclusivi;
  • Cattivo design (colori troppo accesi, sgargianti, che “abbagliano negli occhi”, stampa piccola o grande, layout goffo e altri difetti che si verificano quando si vuole fare tutto da soli, senza l’aiuto di specialisti specializzati);
  • Usabilità scomoda (mancanza di filtri di ricerca, struttura complessa, scomoda, ecc.);
  • I guasti tecnici: piccole cose fastidiose come il ritardo nel pagamento dell’hosting, ecc. possono distruggere la tua attività.
  • Lavoro di consulenza scadente. Non importa quanto sia perfetto il tuo negozio in termini di design, praticità, qualità dei contenuti, tutto ciò può annullare l’atteggiamento sprezzante del personale.
  • Scarsa qualità della merce, mancata consegna in tempo – servizio scadente.
Come puoi vedere, se sia redditizio o meno aprire un negozio online dipende interamente da te. Beh, un po’ di fortuna. Buona fortuna a tutti, vi auguriamo di trovare la vostra nicchia, un’idea imprenditoriale interessante e promettente e, ovviamente, monetizzare il progetto il prima possibile!
Voto articolo
0,0
0 valutazioni
Valuta questo articolo
Editorial team
Per favore scrivi la tua opinione su questo argomento:
avatar
  Notifiche sui commenti  
Notifica di
Contenuto Vota Commenti
Condividere

Potrebbe piacerti anche

PESTLE – strumento di pianificazione aziendale
3 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer
Imbuto di vendita: non perdere un cliente
3 minuti di lettura
Editorial team
Editorial team of Pakhotin.org
Quando e chi ha bisogno di effettuare il rebranding?
4 minuti di lettura
Vadim Zabeglov
Vadim Zabeglov
Founder of branding agency
Il contenuto è re
4 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

Scelta dell'editore