PIL – Prodotto interno lordo

PIL – Prodotto interno lordo
Immagine: Cammeraydave | Dreamstime
Condividere

Prodotto interno lordo (PIL) è il valore totale di tutti i beni e servizi prodotti per un determinato periodo (trimestre, anno) nel territorio di un determinato paese e destinati ai consumatori finali.

L’importanza del concetto di PIL è sottolineata dal fatto che è spesso usato come sinonimo del concetto di “economia”. Ad esempio, quando dicono di un determinato paese che è la decima economia del pianeta, intendono che in termini di PIL questo paese è al decimo posto nel mondo.

Oppure quando si dice che l’economia di un paese è tre volte più grande dell’economia di un altro paese, ciò significa che nel primo paese si producono beni e servizi in un anno per una quantità tre volte maggiore che nel secondo paese. E chi non ha sentito una frase del genere: “Il tasso di crescita economica quest’anno è stato di…”? Sì, sì, infatti, in questa frase si parla del tasso di crescita del PIL!

Banche: come funzionano e come guadagnano?
Banche: come funzionano e come guadagnano?

Esistono diverse formule speciali per calcolare il PIL, ma non le forniremo (se lo desideri, puoi sempre trovarle utilizzando Internet o un libro di testo universitario di macroeconomia). In pratica basta capire che il PIL è il valore totale di tutti i beni e servizi prodotti nel Paese, ad esempio, in un anno.

PIL reale e nominale: qual è la differenza?

Facciamo un esempio primitivo. C’è un certo minuscolo stato di un chilometro quadrato in cui opera solo un’impresa: una panetteria. L’anno scorso il panificio ha prodotto centomila pagnotte che costano un dollaro ciascuna.

Immagine: Weerapat Wattanapichayakul | Dreamstime

Pertanto, il PIL di questo paese era di centomila dollari (100.000 x $ 1 = $ 100.000). Il panificio prevede anche di produrre 100.000 pagnotte quest’anno, ma ha raddoppiato il prezzo dei suoi prodotti. La domanda è: in questo caso il PIL del Paese aumenterà?

Contiamo. Ora moltiplichiamo centomila pani non per un dollaro, ma per due: 100.000 x $ 2 = $ 200.000. Si scopre che quest’anno il PIL del nostro paese immaginario raddoppierà? Sì e no. Il PIL nominale raddoppierà – è calcolato a prezzi correnti e potrebbe crescere quando i volumi di produzione non aumenteranno o addirittura diminuiranno, a causa del solo aumento dei prezzi – inflazione.

Embargo: chi altro non è a conoscenza di questo tipo di sanzioni?
Embargo: chi altro non è a conoscenza di questo tipo di sanzioni?

Ma il PIL reale rimarrà invariato: per il suo calcolo si prendono come base i prezzi avvenuti nell’anno. Diciamo che nell’anno base il prezzo di una pagnotta era di $ 0,5: è per questo prezzo che si moltiplicherà il numero di pagnotte prodotte sia nel passato che nell’anno in corso.

E poiché questo numero è rimasto invariato, pari a centomila, il PIL reale in entrambi gli anni sarà lo stesso: 100.000 x $ 0,5 = $ 50.000. Se il PIL nominale è diviso per il PIL reale, otteniamo il deflatore del PIL, l’indicatore di inflazione di cui abbiamo parlato nell’ultima lezione.

Come può un trader monitorare la crescita del PIL dei paesi a cui è interessato?

I rapporti sul PIL sono pubblicati trimestralmente. Tuttavia, ciò non significa che in ogni paese vengano pubblicati solo quattro rapporti all’anno. Diamo un’occhiata a come ciò accade usando l’esempio degli Stati Uniti. Negli ultimi giorni del primo mese di ogni trimestre viene pubblicata una relazione preliminare sul PIL del trimestre precedente. Quindi, circa un mese dopo, esce un rapporto rivisto e circa un mese dopo viene rilasciata la versione finale.

Il protezionismo è la politica commerciale estera di uno stato di successo
Il protezionismo è la politica commerciale estera di uno stato di successo

Pertanto, i dati finali sul PIL dell’ultimo trimestre sono diventati disponibili al pubblico letteralmente negli ultimi giorni del trimestre successivo. Inoltre, in pratica, anche questo “rapporto finale” potrebbe non essere definitivo: anche esso a volte cambia e si chiarisce nel tempo.

Puoi scoprire le date di pubblicazione dei rapporti sul PIL dei paesi che ti interessano, nonché i dati principali di questi rapporti dal calendario economico. Inoltre, i punti principali di tali rapporti ei commenti degli analisti sul loro contenuto sono pubblicati nel feed di notizie del Dow Jones in russo. Se parli lingue straniere e vuoi studiare questo o quel rapporto in dettaglio, cercalo sul sito web dell’ufficio statistico del paese corrispondente.

Cigno nero – conseguenze nere
Cigno nero – conseguenze nere

Aggiungiamo che i dati più importanti nei rapporti sul PIL non sono cifre assolute (quanti miliardi di dollari era il PIL in un determinato trimestre), ma relativi. I trader e gli investitori sono principalmente interessati ai tassi di crescita del PIL trimestrale (indicato con q/q) e annuale (indicato con y/y), ovvero quanto è aumentato o diminuito rispetto al trimestre precedente e rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso.

Qual ​​è l’impatto dei rapporti sul PIL sulla dinamica delle coppie di valute?

L’impatto dei rapporti sul PIL sulle quotazioni delle coppie di valute è difficile da descrivere in modo inequivocabile. Vale la pena tenere a mente i seguenti punti.

Immagine: Andrii Yalanskyi | Dreamstime

Il rapporto rivisto sul PIL potrebbe essere fondamentalmente diverso da quello preliminare e quello finale da quello rivisto. Succede che il rapporto preliminare mostra una crescita del PIL molto bassa, ma alla fine il rapporto finale afferma che in realtà l’economia è cresciuta abbastanza bene nel trimestre in esame. Comprendendo questo, sarebbe probabilmente saggio non reagire ai dati del PIL fino a quando non escono i dati definitivi.

Tuttavia, questi dati finali diventano noti solo tre mesi dopo la fine del trimestre di riferimento, quando il trimestre successivo sta già volgendo al termine, e in questo momento sono di scarso interesse per il mercato. Pertanto, per quanto sciocco possa sembrare, il mercato FOREX è più reattivo ai rapporti preliminari e rivisti sul PIL rispetto a quelli finali.

Investimenti: continua a moltiplicarsi
Investimenti: continua a moltiplicarsi

La reazione al rapporto sul PIL dipende dalle aspettative e dal sentimento. Sembrerebbe che se il rapporto sul PIL si rivelasse forte, il tasso di cambio di questo Paese dovrebbe salire, perché il buono stato dell’economia parla a favore di tassi di interesse più elevati. In linea di principio lo è, ma molto dipende dalle aspettative.

Se il rilascio di un rapporto forte era prevedibile e previsto, la reazione potrebbe essere neutra o addirittura negativa (ad esempio, se il rapporto si è rivelato buono, ma non così impressionante come previsto). Inoltre, i trader spesso agiscono in base al principio “compra sulle aspettative – vendi sui fatti”, ovvero acquistano una valuta per la quale si aspettano notizie positive, e quando arriva questa notizia la vendono, fissando i profitti. Allo stesso modo, con rapporti deboli sul PIL.

Se il mercato è già impostato per pubblicare un rapporto debole, il suo rilascio potrebbe non causare un calo della valuta corrispondente (e addirittura farla rafforzare se il rapporto è debole, ma leggermente migliore del previsto ).

Movimenti davvero forti nei rapporti di mercato sul PIL causano casi in cui si discostano nettamente dalle aspettative. Ad esempio, si aspettavano un rapporto debole, ma ne è uscito uno forte: molto probabilmente, il tasso di cambio di questo paese aumenterà notevolmente. Pertanto, per un trader che si affida all’analisi fondamentale, alla vigilia del rilascio dei report sul PIL, è importante capire cosa si aspetta il mercato in merito ai report imminenti. E poiché il mercato è guidato dalle previsioni degli analisti nelle sue aspettative, vale la pena chiedersi quali previsioni di consenso sono fornite dagli analisti di Bloomberg (le loro previsioni sono solitamente pubblicate nei calendari economici) e dagli analisti del Wall Street Journal (le loro previsioni sono riportate sul Dow Jones feed di notizie).

Globalizzazione: cause, conseguenze, problemi, ruolo nell’economia mondiale
Globalizzazione: cause, conseguenze, problemi, ruolo nell’economia mondiale

La reazione del mercato è influenzata anche dal contesto emotivo e dal background di notizie intorno alla pubblicazione del rapporto. Ad esempio, se il mercato ha l’impressione di alcuni dati forti appena pubblicati (su occupazione, produzione industriale, ecc.), un rapporto debole sul PIL non rovinerà il suo umore: dopotutto, si tratta dell’ultimo trimestre , e inoltre gli ultimi dati suggeriscono che la situazione è molto migliorata da allora.

Anche le valute di altri paesi reagiscono al rapporto sul PIL di un paese. È comprensibile se, dopo un rapporto forte sul PIL cinese, il tasso di cambio dello yuan sia in crescita. Ma, sembrerebbe, cosa importa alle altre valute del PIL cinese? Tuttavia, in realtà, il mercato finanziario globale è un unico organismo e la reazione a notizie importanti di solito non si limita alla valuta del paese da cui provengono le notizie.

Pertanto, molto probabilmente i dollari australiani e neozelandesi reagiranno positivamente a un rapporto forte sul PIL cinese, poiché la Cina è un importante mercato di esportazione per Australia e Nuova Zelanda. Inoltre, la fiducia nella forza di una delle più grandi economie del pianeta ci consentirà di essere più ottimisti sulle prospettive per l’intera economia globale, e ciò causerà un maggiore interesse per le valute rischiose e ridurrà l’interesse per le valute rifugio ( principalmente lo yen giapponese).