KYC – Conosci il tuo cliente nel mondo delle criptovalute

KYC – Conosci il tuo cliente nel mondo delle criptovalute
Immagine: financialcrimeacademy.org
Condividere

Le criptovalute stanno distruggendo il mondo della finanza. Tuttavia, poiché le criptovalute sono crittograficamente sicure sulle loro blockchain, le transazioni tra gli utenti sono generalmente anonime e avvengono istantaneamente. Per questo motivo, le transazioni crittografiche offrono un’opportunità ai criminali che vogliono sfuggire ai controlli convenzionali.

I regolatori globali stanno ora prestando più attenzione che mai alle criptovalute. Ad esempio, nel 2019 SEC, FinCEN e CFTC hanno classificato gli exchange di criptovalute come Money Service Entities (MSB). Ciò significava che queste attività erano soggette alle normative conosci il tuo cliente (KYC) e antiriciclaggio (AML) ai sensi del Bank Secrecy Act del 1970.

A questo proposito, prima che qualsiasi cliente apra un conto su uno scambio di criptovalute, ora gli viene chiesto di completare la procedura KYC. Questo processo crittografico KYC prevede lo scambio che verifica la tua identità e dimostra che sei chi dici di essere.

Come funziona KYC con la crittografia?

Verificando l’identità del cliente, KYC in crypto cerca di prevenire attività illegali come riciclaggio di denaro, finanziamento del terrorismo ed evasione fiscale.
Immagine: idnow.io

Alcuni scambi possono consentire a un cliente di creare un account prima di passare attraverso il processo crittografico KYC, ma questi account sono generalmente fortemente limitati fino al completamento del processo di verifica dell’identità. Ad esempio, molti scambi non consentiranno a un cliente di acquistare effettivamente criptovaluta o prelevare fondi fino a quando la sua identità non sarà stata verificata. Altri fissano limiti sui depositi.

Ogni scambio di criptovalute gestirà KYC in modo leggermente diverso. Tuttavia, in generale, durante il processo KYC, dovrai fornire all’exchange di criptovalute:

  • Nome completo
  • Data di nascita
  • Indirizzo di residenza

Successivamente, lo scambio di criptovalute ti chiederà una foto di un documento d’identità valido rilasciato dal governo, come una patente di guida o un passaporto. Utilizzeranno quindi queste informazioni per verificare la tua identità. Una volta che la tua identità è stata verificata con successo, ti concederanno l’accesso ai loro servizi.

Contratti intelligenti: un sistema aziendale innovativo
Contratti intelligenti: un sistema aziendale innovativo

In alcuni casi, uno scambio di criptovaluta passa attraverso un processo avanzato di verifica del cliente. In questi casi, ti potrebbe anche essere chiesto di fornire loro un selfie e alcune informazioni aggiuntive. Le raccomandazioni della Financial Action Task Force (FATF) suggeriscono che gli scambi di criptovalute dovrebbero adottare un approccio basato sul rischio alla conformità cripto-KYC. Ciò significa che i clienti a basso rischio dovranno affrontare misure più semplici, mentre i clienti ad alto rischio dovranno conformarsi a misure di conformità KYC crittografiche più intensive.

Inoltre, le linee guida GAFI suggeriscono anche che gli exchange di criptovalute debbano monitorare i propri clienti in ogni momento.

Devono inoltre:

  • Verifica i clienti per assicurarti che non siano soggetti a sanzioni internazionali.
  • Assicurati che non siano persone politicamente esposte (PEP).
  • Controlla il client per ambienti ostili.

Posso acquistare criptovaluta senza KYC?

KYC è un requisito che incontrerai su quasi tutti gli scambi di criptovalute centralizzati. Tuttavia, i clienti possono ancora acquistare criptovalute senza passare attraverso il processo cripto-KYC. Tuttavia, questi metodi sono molto più complicati e molto più rischiosi.
KYC
Immagine: altcoinlog.com

Gli acquirenti che preferiscono rimanere anonimi possono acquistare criptovaluta utilizzando scambi decentralizzati e bancomat bitcoin. Sebbene gli scambi decentralizzati dispongano di misure di sicurezza progettate per prevenire le frodi, esiste ancora la possibilità che un cliente venga truffato. Inoltre, gli scambi decentralizzati tendono ad essere meno intuitivi rispetto agli scambi centralizzati di alta qualità e costano di più agli utenti in termini di commissioni di transazione.

Per questo motivo, anche se gli acquirenti hanno opzioni se desiderano rimanere anonimi, è molto meglio per gli acquirenti legittimi passare attraverso il processo crittografico KYC su uno scambio regolamentato. Ciò è particolarmente vero in quanto il processo può essere completato in modo incredibilmente rapido.

Il KYC influisce sull’anonimato e sul decentramento?

Per sua stessa natura, un’economia decentralizzata è soggetta a problemi legati al KYC. Dopotutto, i servizi decentralizzati sono progettati per consentire ai clienti di rimanere anonimi e mantenere le loro informazioni personali private da qualsiasi autorità centrale. Per questo motivo, molte aziende crittografiche non sono in grado di identificare chi sono i loro clienti.

KYC
Immagine: treasuryprime.com

Tuttavia, le autorità di regolamentazione stanno diventando sempre più insoddisfatte di questa situazione e, sebbene l’anonimato ne risenta, anche gli scambi di criptovalute più riluttanti sono stati costretti a introdurre misure cripto-KYC sempre più severe dopo aver affrontato le pressioni delle autorità di regolamentazione.

Tuttavia, è importante notare che i requisiti KYC non si applicano agli scambi decentralizzati (DEX). Ciò include tutte le società che organizzano operazioni utilizzando contratti intelligenti invece di un centro commerciale centrale.

Tali istituti non sono soggetti alla normativa applicabile in quanto non sono considerati intermediari finanziari o controparti. Questo perché i loro utenti commerciano tra loro direttamente utilizzando l’infrastruttura fornita dal DEX.

Tuttavia, sebbene i DEX non siano attualmente vincolati dai requisiti KYC, le autorità di regolamentazione di tutto il mondo modificano costantemente le leggi e i regolamenti che disciplinano il cripto-KYC. Di conseguenza, i DEX potrebbero essere regolamentati in futuro.

Quali sono i vantaggi e perché la criptovaluta ha bisogno di KYC?

Il processo KYC è il fondamento delle regole di conformità della sicurezza. Queste regole richiedono agli istituti finanziari di identificare i propri clienti e comprendere il loro rapporto con loro.
Benefits of KYC
Benefits of KYC. Immagine: 101blockchains.com

Il KYC è importante in un contesto finanziario poiché i criminali utilizzano una serie di strategie per aggirare i controlli. Fortunatamente, compilando un profilo di rischio dettagliato e accurato di ciascun cliente, uno scambio di criptovalute può facilmente identificare gli utenti che abusano dei loro servizi e prevenire reati come riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo.

KYC aiuta a creare fiducia e trasparenza nelle relazioni con i clienti

La verifica dell’identità di un utente può contribuire ad aumentare la trasparenza e creare la fiducia dei clienti. Dopotutto, se un cliente è sicuro che il tuo exchange di criptovalute stia prendendo precauzioni proattive per proteggere i propri account, è più probabile che continui a utilizzare il tuo servizio.

KYC riduce il rischio di criminalità finanziaria

Le truffe sulle criptovalute sono in aumento dal 2016. In effetti, Forbes suggerisce che ci sono stati 80.000 casi di truffe di criptovaluta solo negli Stati Uniti nel 2020. Si tratta del 24.000% in più rispetto al 2016. Ulteriori ricerche hanno anche dimostrato che le transazioni illegali di criptovaluta ammontavano a circa 14 miliardi di dollari nel 2021, un aumento del 79% rispetto ai 7,8 miliardi di dollari del 2020.

Criptovalute: principi e caratteristiche di base
Criptovalute: principi e caratteristiche di base

Questo mostra esattamente perché i regolatori sono così interessati agli scambi di criptovalute che implementano una solida verifica dell’identità e procedure KYC. Con queste misure, gli scambi di criptovalute possono non solo ridurre la probabilità di crimini finanziari, ma anche ridurre le attività fraudolente e aumentare la reputazione del mercato.

KYC aiuta a stabilizzare gli scambi di criptovalute

Il mercato delle criptovalute è noto per la sua volatilità. Tuttavia, parte di questa volatilità è alimentata da transazioni anonime di natura illegale.

Se gli scambi di criptovalute utilizzano KYC e metodi di verifica del cliente, il mercato diventerà più stabile. Ciò aggiungerà valore al mercato e attirerà nuovi clienti nello spazio.

Una solida politica KYC garantisce la conformità futura delle aziende

Le aspettative legali associate alla conformità KYC continuano a cambiare ed evolversi, con molti scambi che faticano ad adottare queste regole. Di conseguenza, gli scambi di criptovalute che implementano politiche KYC efficaci sono all’avanguardia. Ciò significa che invece di cercare di recuperare il ritardo, questi scambi di criptovaluta possono invece concentrarsi sul miglioramento dei tassi di conversione e sull’ottimizzazione delle transazioni.

Bitcoin: la valuta del futuro?
Bitcoin: la valuta del futuro?
Naturalmente, queste aziende devono ancora assicurarsi di continuare a rispettare le mutevoli linee guida internazionali. Tuttavia, dimostrando i propri poteri KYC, possono ridurre il rischio di contenziosi o sanzioni normative.