Economia di mercato – imprenditorialità e proprietà privata

Economia di mercato – imprenditorialità e proprietà privata
Immagine: Kasto80 | Dreamstime
Condividere

La maggior parte degli stati nel mondo moderno si basa su un’economia capitalista. Il segno distintivo del capitalismo è l’esistenza di un libero mercato.

Il mercato, senza dubbio, modella lo stato e il rapporto tra di loro. Colpisce direttamente le nostre vite. Per comprendere meglio la moderna struttura politica ed economica del mondo, è necessario capire cos’è un’economia di mercato.

Cos’è un’economia di mercato?

Un’economia di mercato è un tipo di sistema economico basato sulla libera impresa e che consente la proprietà privata.

L’economia di mercato presuppone lo sviluppo del mercato in un ordine libero con un intervento minimo delle strutture statali. Le caratteristiche distintive e la caratteristica principale di un’economia di mercato è che diverse entità economiche possono interagire liberamente tra loro, i prezzi non sono controllati da un giocatore.

Le funzioni dello Stato in un’economia di mercato

Lo stato e il suo potere esecutivo possono interferire nella vita di un’economia di mercato, ma non cambiano radicalmente il corso degli eventi.
Market economy
Immagine: Bluebay2014 | Dreamstime

Il potere dell’influenza statale sull’economia varia – dipende dalla struttura politica di un determinato paese, ma in generale lo stato ha diversi ruoli in un’economia di mercato – per proteggere i diritti del produttore e del consumatore, prevenire la creazione di monopoli e regolare l’importazione e l’esportazione di merci.

Il ruolo dello Stato in un’economia di mercato

L’influenza dello stato sull’economia di mercato può essere considerata sulla base di tre aspetti: risorse, finanziario e legale.

  • L’aspetto delle risorse è l’estrazione e la distribuzione dei materiali necessari per i produttori.
  • Finanza – emettere denaro, riscuotere tasse e distribuirle.
  • Legale: creazione di leggi normative, concessione di licenze ai produttori e protezione dei diritti civili (sia dei consumatori che dei produttori).
Titoli: classificazione e varietà
Titoli: classificazione e varietà

Se lo stato interviene troppo nell’economia, ad esempio: stabilisce una rigida regolamentazione dei prezzi, possiede la maggior parte della capacità produttiva o limita la proprietà privata, allora un tale stile di vita non può essere considerato di mercato. Più influenza ha lo stato, meno libero è il mercato.

Il compito dello Stato in una vera economia di mercato non è sopprimerlo, ma sostenerlo. D’altra parte, la completa non interferenza nella vita del mercato può portare al fatto che inizierà a svilupparsi in modo caotico e illegale.

In che modo il governo fornisce supporto?

Il compito principale dello Stato è monitorare gli attori del mercato e garantire che la concorrenza sia legale e leale. Il servizio antimonopolio dovrebbe impedire l’emergere di aziende che controlleranno completamente una parte del mercato sopprimendo le imprese più piccole. Lo stato adotta le leggi pertinenti e monitora la loro attuazione.
Market economy
Immagine: Dwayne Foong | Dreamstime

Lo stato crea un quadro giuridico per il funzionamento di un’economia di mercato e verifica anche che tutte le leggi, i regolamenti e gli altri requisiti siano rispettati sia dai produttori che dai consumatori.

I servizi pubblici tutelano i consumatori di beni e servizi. Per fare ciò, controllano la qualità dei prodotti fabbricati dalle aziende e propongono determinati requisiti per le condizioni in cui dovrebbe funzionare la produzione e quali proprietà dovrebbe avere il prodotto finale.

In caso di mancato rispetto delle istruzioni, lo Stato può vietare l’ulteriore produzione da parte dell’azienda o sospenderla temporaneamente. I consumatori che hanno acquistato un prodotto difettoso hanno il diritto di sostituirlo. In caso di rifiuto da parte del produttore, il consumatore può rivolgersi allo Stato per chiedere aiuto.

PIL – Prodotto interno lordo
PIL – Prodotto interno lordo

Lo stato protegge non solo i consumatori, ma anche i produttori di beni e servizi. Per fare ciò rilascia licenze e conferma la qualità dei beni, protegge i diritti dei proprietari privati.

Un altro modo per sostenere un’economia di mercato è attraverso gli investimenti del governo. I servizi pubblici possono sostenere settori chiave dell’economia del paese attraverso costanti iniezioni di denaro, formazione gratuita di specialisti, ecc. Grazie a ciò, molte imprese continuano ad operare anche nei periodi di crisi. Lo stato può sovvenzionare impianti, fabbriche e altre industrie in modo che queste ultime evitino il fallimento.

Regolamento statale dell’economia di mercato

Oltre alle azioni di cui sopra, lo stato controlla anche l’aspetto finanziario del mercato. Ciò include la riscossione di tasse e altri pagamenti obbligatori da produttori e consumatori, la distribuzione di denaro, l’emissione di titoli e banconote e il controllo sulla loro circolazione. Senza questo, il normale funzionamento del mercato, e quindi il suo sviluppo, è impossibile.

Lo stato controlla sempre attentamente il processo di estrazione mineraria, monitora lo sviluppo dell’energia, delle infrastrutture e delle comunicazioni, del sistema educativo, della sanità e dell’attività agricola.

Banche: come funzionano e come guadagnano?
Banche: come funzionano e come guadagnano?

Alcuni stati possono controllare completamente questi aspetti dell’economia perché possiedono completamente queste industrie, altri impongono requisiti rigorosi ai proprietari privati. Ciò è dovuto al fatto che si tratta di settori dell’economia direttamente collegati allo Stato (risorse e componente sociale). Tali aree sono costantemente monitorate e sottoposte a costante monitoraggio.

Le banche centrali dei paesi sono impegnate nell’emissione di titoli e banconote, necessari per il normale funzionamento del mercato. Inoltre, la Banca Centrale presta attenzione e controlla l’uso delle valute estere nello stato e gestisce la valuta, l’oro e le altre riserve dello stato al fine di sostenere la sua economia.

Esempi della funzione dello Stato in un’economia di mercato

La Banca centrale della Federazione Russa emette ogni anno una certa quantità di valuta nazionale: i rubli russi. Grazie a ciò, controlla i processi di inflazione e mantiene la quantità di valuta necessaria per il funzionamento dell’economia.

Market economy
Immagine: Chormail | Dreamstime

Un altro esempio è il Servizio federale antimonopolio della Federazione Russa, impegnato nella lotta contro i monopoli, la pubblicità disonesta e altri metodi illegali di concorrenza tra imprenditori. Il FAS controlla anche gli investimenti esteri, il rispetto delle normative nel commercio al dettaglio, ecc.

Molte delle principali industrie estrattive in Russia sono controllate dallo stato, che controlla le società e assegna risorse, possiede società o detiene una quota (di controllo) importante per prendere decisioni chiave sull’ulteriore sviluppo delle industrie. Il Ministero dello Sviluppo Economico della Federazione Russa attua anche i piani per lo sviluppo economico adottati dal Governo della Russia.

Pro e contro di un’economia di mercato

Il libero mercato, come altri sistemi economici, ha i suoi vantaggi e svantaggi. Sono legati al fatto che le relazioni di mercato non sono regolate centralmente, e questo è sia un bene che un male.

Pro

L’economia di mercato presenta i seguenti vantaggi rispetto ad altre modalità:

Il comportamento dei consumatori influisce sulle decisioni dei produttori, il che significa che la società si sta sviluppando maggiormente nella direzione desiderata dalla maggioranza della popolazione. La domanda forma l’offerta, quindi il mercato praticamente non produce beni e servizi “extra” che non troveranno il loro consumatore. Pertanto, le risorse disponibili vengono allocate in modo più efficiente.

Embargo: chi altro non è a conoscenza di questo tipo di sanzioni?
Embargo: chi altro non è a conoscenza di questo tipo di sanzioni?

La libera concorrenza influisce positivamente sui prezzi. Nessuno controlla i prezzi, quindi non sono artificialmente bassi o alti. Cresce il potenziale di sviluppo economico. La scienza, l’istruzione e altri settori dell’economia si stanno sviluppando più rapidamente grazie al libero funzionamento del mercato, agli investimenti esteri e al sostegno dello Stato (ma non al controllo completo).

Il consumatore e il produttore prendono decisioni indipendenti, quindi nessuno è lasciato in minoranza e non c’è insoddisfazione.

Come puoi vedere, l’economia di mercato ha molti vantaggi, motivo per cui la maggior parte degli stati moderni ha scelto questo percorso di sviluppo.

Svantaggi

Naturalmente, il mercato ha anche degli svantaggi:

A differenza di un’economia pianificata, un’economia di mercato presta meno attenzione ai settori collettivi (pubblici) dell’economia: sport, medicina, cultura). I periodi di sviluppo sono seguiti da periodi di declino. Di conseguenza, l’instabilità si verifica spesso nella società.

Market economy
Immagine: Larisa Rudenko | Dreamstime

La protezione sociale dei cittadini disabili (pensionati, disabili e bambini) viene trasferita allo Stato, che in un’economia di mercato non dispone di tante risorse quanto i proprietari privati.

Queste carenze sono tipiche di qualsiasi stato di mercato, ma si manifestano in misura minore o maggiore, a seconda del livello di sviluppo di una particolare società.

Segnali di un’economia di mercato

Ci sono diversi tratti caratteristici di un’economia di mercato:

  • libertà di impresa;
  • minimo intervento del governo;
  • rapporti liberi tra entità aziendali.

Che ruolo gioca la concorrenza?

La concorrenza è il principale motore dello sviluppo del mercato. I produttori competono per gli acquirenti, quindi la qualità dei prodotti è in costante miglioramento, utilizzando processi di produzione più snelli e tecnologia moderna. La concorrenza di mercato impone prezzi più bassi.

Tipi di concorrenza in un’economia di mercato

La concorrenza si manifesta in diverse forme: nei prezzi, nella qualità della produzione, nei metodi di produzione, nell’uso delle innovazioni, nella concorrenza per la vendita di beni, ecc. La scala della concorrenza è individuale (tra imprenditori), locale, nazionale e globale (tra organizzazioni).

Modelli di economia di mercato

L’economia di mercato si sviluppa in modi diversi in diversi stati:

  • Capitalismo classico. Tipico degli stati dell’Europa occidentale.
  • Modello anglosassone. Stati Uniti, Regno Unito.
  • Asia orientale. Cina.

Oltre a questi tipi di modelli, ce ne sono altri, ma quelli elencati sono stati scelti dalla maggior parte degli stati esistenti.

Domande

Qual ​​è la differenza tra un’economia di mercato e un’economia di comando?

Un’economia di mercato, a differenza di un comando pianificato (centralizzato), è regolata dalla domanda e dall’offerta. La posizione degli attori nel mercato dipende solo dalla congiuntura del mercato (ovvero domanda e offerta). Un’economia di mercato differisce da un’economia di comando in quanto in essa la questione di cosa e come produrre è decisa dai produttori stessi.

Market economy
Immagine: Oleksandr Bohza | Dreamstime

Comando ed economia di mercato a confronto

Un’economia di comando è anche nota come economia pianificata, economia pianificata o economia centralizzata.

Esempi di paesi con economie di mercato

Economie di mercato: USA, Russia, Cina, Germania, Francia, Canada, Messico, Italia e altre. Il grado di intervento statale in questi paesi è diverso, ma al centro di ognuno di essi c’è la libera concorrenza.

Quando si formò l’economia di mercato in Russia

L’economia russa in precedenza corrispondeva a un modello amministrativo caratterizzato dalla centralizzazione di tutti i processi, dalla presenza di un regolatore principale sotto forma di organi statali, dalla fissazione dei prezzi da parte di questo regolatore a un certo livello e da un sistema di pianificazione.

Il protezionismo è la politica commerciale estera di uno stato di successo
Il protezionismo è la politica commerciale estera di uno stato di successo

Dal crollo dell’URSS, la Russia ha intrapreso un percorso verso la costruzione di un modello economico di mercato per portare l’economia in uno stato di crescita.

Cos’è un’economia di mercato socialmente orientata?

L’economia di mercato socialmente orientata è un modello di sistema economico organizzato sulla base dell’autoregolamentazione del mercato, in cui il coordinamento delle azioni viene svolto sulla base di interazione nei mercati dei liberi produttori privati ​​e dei liberi consumatori individuali .

Il modello del sistema economico socio-mercato procede dal requisito che lo stato e le imprese private non abbiano il pieno controllo dell’economia, ma servano il popolo. In questo tipo di economia mista, così come in un’economia di mercato, solo le decisioni dei consumatori, dei fornitori di risorse e delle imprese private determinano la struttura dell’allocazione delle risorse.

Globalizzazione: cause, conseguenze, problemi, ruolo nell’economia mondiale
Globalizzazione: cause, conseguenze, problemi, ruolo nell’economia mondiale

Tuttavia, i più forti economicamente sono obbligati a sostenere i più deboli. Il ruolo dello Stato è sviluppare un senso di responsabilità reciproca di tutti i partecipanti al mercato e correggere le tendenze sleali nella concorrenza, nel commercio e nella distribuzione del reddito. Questo sistema era visto come un’alternativa al sistema capitalista e socialista.

Conclusioni

L’economia di mercato è una delle possibili vie dell’economia. Questo è il modello di sviluppo economico più diffuso al mondo. La maggior parte degli stati moderni ha adottato questo stile di vita.