S&P 500: indice del mercato statunitense

14 minuti di lettura
S&P 500: indice del mercato statunitense
Immagine: kapital.kz
Condividere

L’S&P 500 è un indice azionario composto da 503 titoli quotati tra le 500 società a maggiore capitalizzazione quotate nelle borse statunitensi. Attualmente è un noto marchio brevettato degli indici S&P Dow Jones.

La quotazione viene solitamente preparata dalla società di ricerche sui mercati finanziari Standard & Poor’s, da cui deriva l’acronimo S&P 500. Ha pubblicato per la prima volta l’indice S&P 500 nel 1957. Prima della sua comparsa, questa organizzazione aveva lanciato altri tipi di indici dal 1923, ad esempio S&P 90.

L’indice S&P 500 viene lanciato utilizzando azioni di società quotate su NASDAQ e NYSE, che rappresentano diversi segmenti dell’economia statunitense. Per questo motivo, si ritiene che l’indice S&P 500 misuri la performance complessiva dell’economia statunitense. Il suo calcolo viene effettuato da un dipartimento speciale della McGraw-Hill Corporation.
Standard and Poor's 500 index stocks categorized by sectors and industries. Size represents market cap (October 7, 2023)
Standard and Poor’s 500 index stocks categorized by sectors and industries. Size represents market cap (October 7, 2023). Immagine: finviz.com

L’elevata domanda di titoli S&P 500 può essere spiegata dall’inclusione nell’indice di azioni di società di tutti i settori economici statunitensi, con la riflessione più obiettiva della posizione dei vari segmenti. L’indicatore della capitalizzazione di mercato totale è superiore a 32 trilioni di dollari.

Le società più grandi determinano più della metà del valore azionario dell’indice e della sua performance. Le società incluse nell’indice differiscono notevolmente tra loro in termini di livello di capitalizzazione.

Il valore dell’indice oscilla costantemente durante la giornata di negoziazione. Ciò è dovuto ai cambiamenti regolari negli indicatori di mercato delle società quotate. Di conseguenza, si verifica un aggiustamento proporzionale dell’indice stesso.

Elenco dei ticker dell’indice Standard & Poor’s 500:

  • SPXNTR. Questo tipo di indice è determinato in base all’adeguamento dei contributi fiscali, dei pagamenti, dei dividendi, dei prezzi delle azioni relativi agli investimenti.
  • SPXT. Questo ticker S&P 500 prevede il pagamento dei dividendi e le variazioni dei prezzi delle azioni. Fondamentalmente, tiene conto del rendimento massimo che un investitore può ottenere da un investimento nell’indice S&P 500.
  • SPX. Questo indice riflette il livello totale di capitalizzazione dei titoli.

Caratteristiche del calcolo dell’indice S&P 500

S&P 500 (“indice di mercato ampio”) è un indice ponderato in base alla capitalizzazione di mercato di società specifiche. Questo indicatore viene calcolato moltiplicando il costo di un’azione per il numero di azioni emesse.
Visualizing Every Company on the S&P 500 Index
Visualizing S&P 500 Index (May 2023). Immagine: visualcapitalist.com

Quanto più costosa è la valutazione di una società rispetto ad altre società e imprese incluse nell’indice, maggiore è il suo peso. Le operazioni di calcolo per determinare l’indicatore di capitalizzazione di ogni singola società vengono eseguite solo con la contabilità azionaria del flottante – azioni di libera circolazione in borsa.

Affinché una società possa essere quotata nell’S&P 500, deve avere una capitalizzazione di mercato superiore a 4 miliardi di dollari.

Questo calcolo si basa sulla media aritmetica tipica delle aziende della capitalizzazione di mercato ponderata. È pari al prodotto dell’indicatore totale dei titoli e del valore percentuale della capitalizzazione di mercato.

La caratteristica principale dell’S&P 500 è che viene calcolato prendendo in considerazione solo i titoli (azioni) che sono in libera circolazione per le transazioni commerciali.

Calcolo dell’indicatore dell’indice (utilizzando un esempio)

Diciamo che la società “Bk” ha emesso 1 milione di titoli al costo di 1 dollaro USA. Il valore totale di questa opzione è pari a 1 milione di dollari. Immaginiamo che il valore totale della capitalizzazione delle società incluse nell’elenco S&P 500 sia pari a 100 milioni di dollari. La percentuale di azione “A” è dell’1% (o 0,01).

La società “Sp”, ad esempio, possiede 10 milioni di titoli, ciascuno dei quali è quotato a 50 centesimi. In questo caso, il contributo di questa impresa all’indice sarà di 5 milioni di dollari e la quota di partecipazione nella capitalizzazione sarà del 5%. Allo stesso modo, è necessario effettuare calcoli per altre società.

Tuttavia, è necessario tenere conto della probabilità di cambiamenti in tutti gli indicatori di cui sopra, a seconda dell’adeguamento del valore e del numero dei titoli.

Composizione delle società nell’S&P 500

Nel corso dell’anno, l’elenco delle società incluse nell’indice S&P 500 può cambiare più volte. Inoltre, tutte le modifiche proposte dovranno essere comunicate in anticipo, almeno due giorni prima della loro entrata in vigore.

Just 20 Stocks Have Driven S&P 500 Returns So Far in 2023
Just 20 Stocks Have Driven S&P 500 Returns So Far in 2023. Immagine: visualcapitalist.com

L’elenco S&P 500 comprende in genere le 500 società più grandi. Allo stesso tempo, non esistono condizioni restrittive rigorose e, di norma, questo elenco ne comprende un numero maggiore. Sono rappresentati dalle società più ricche che commerciano nelle principali borse americane.

Tuttavia, questo indice non deve essere interpretato come un elenco delle società statunitensi più liquide. Spesso include aziende private con bassi livelli di liquidità. In questo caso, è richiesto un volume minimo di transazioni commerciali pari ad almeno 250mila dollari USA in 30 giorni.

Inoltre, Standard & Poor’s, che gestisce la quotazione, si impegna a mantenere un’ampia diversità di aree. Di conseguenza, le aziende della maggior parte dei segmenti rappresentati con una probabilità di entrare nell’indice nelle posizioni finali spesso cedono questi posti a società che appartengono ai settori meno rappresentati, anche con una liquidità di mercato minima.

Small collection of companies drove most of the action on the U.S. benchmark index (April 11, 2023).
Small collection of companies drove most of the action on the U.S. benchmark index (April 11, 2023).Immagine: visualcapitalist.com

Affinché le aziende e le società siano incluse nella quotazione S&P 500, devono essere soddisfatte le seguenti condizioni:

  • I titoli devono essere quotati sul NASDAQ o sul NYSE.
  • La capitalizzazione di mercato dell’azienda deve essere pari ad almeno 6,5 miliardi di dollari.
  • In base al volume delle transazioni commerciali effettuate ogni mese, viene determinata la soglia minima di liquidità. Per 6 mesi prima della data di valutazione, deve essere a 250.000 azioni al mese.
  • Almeno il 50% dei titoli deve avere flottante.
  • L’importo totale degli utili aziendali per gli ultimi 4 trimestri di riferimento non deve essere negativo.
  • Viene preso in considerazione il contributo specifico delle azioni della società al peso totale del segmento dell’indice.
  • Devono trascorrere almeno sei mesi dalla data del primo collocamento dei titoli della società in una borsa valori.
L’indice è composto dalle più grandi società del mondo che si ritiene dominino la sfera economica americana.

Le seguenti 10 società rappresentano attualmente il 26% della capitalizzazione dell’indice S&P 500:

  1. AAPL (Apple Inc.) è la più grande holding specializzata nello sviluppo di contenuti digitali e software, nonché di dispositivi tecnici.
  2. MSFT (Microsoft Corporation) è un leader globale nel campo delle tecnologie IT con un’ampia gamma di servizi e lo sviluppo di dispositivi informatici.
  3. AMZN (Amazon.com Inc.) è la più grande piattaforma di e-commerce online al mondo.
  4. GOOGL (Alphabet Inc.) è una holding che fornisce servizi applicativi software, pubblicità, ricerca web e sistemi operativi mobili.
  5. JNJ (Johnson & Johnson) è una società composta da 250 filiali che producono apparecchiature mediche e farmaci.
  6. BRKb (Berkshire Hathaway) è la più grande organizzazione americana che fornisce servizi come società di gestione a molte imprese e aziende in vari settori dell’economia.
  7. V (Visa Inc.) è una società internazionale di pagamenti digitali che serve una varietà di entità economiche, pubbliche e private.
  8. PG (Procter & Gamble Company) è una società che produce e vende un’ampia gamma di prodotti di consumo.
  9. JPM (JPMorgan Chase & Co) è la più grande banca internazionale transnazionale con sede negli Stati Uniti.
  10. NVDA (NVIDIA Corporation) è un’azienda che sviluppa sistemi di chip e processori grafici da utilizzare nei videogiochi o nella visualizzazione.
S&P 500 Top Companies By Weight (September 2023)
S&P 500 Top Companies By Weight (September 2023). Immagine: finasko.com

Oggi, la quota delle società nell’indice S&P 500 è distribuita per segmento come segue:

  • Tecnologie informatiche – 27,62%.
  • Sanità – 14,31%.
  • Merci appartenenti alla 2a categoria di necessità – 11,29%.
  • Servizi di comunicazione – 11,23%.
  • Settore finanziario – 9,93%.
  • Settore industriale – 7,69%.
  • Beni classificati di prima necessità – 6,98%.
  • Settore dei servizi di pubblica utilità – 3,05%.
  • Immobiliare – 2,78%.
  • Settore petrolio e gas – 2,59%.
  • Settore delle materie prime – 2,53%.

Le aziende del settore IT occupano le prime posizioni nella classifica con l’indicatore di capitalizzazione più alto. Inoltre, per gli Stati Uniti questa situazione è considerata consueta.

Le grandi aziende tecnologiche sono tra i TOP 10 candidati. Le quotazioni degli indici dipendono principalmente dalla loro situazione finanziaria. La quota del segmento IT al suo interno recentemente, di norma, varia dal 25 al 30%.

Il segmento finanziario, che ha sempre dominato questa lista, si è spostato notevolmente verso il basso a causa delle recenti situazioni di crisi. La percentuale di capitalizzazione delle società nel campo degli investimenti e delle organizzazioni bancarie è notevolmente diminuita.

Adidas – successo contro ogni previsione
Adidas – successo contro ogni previsione
19 minuti di lettura

Vale la pena notare che i segmenti delle comunicazioni e dell’ingegneria sono ben rappresentati in questo elenco, nonostante il fatto che la loro classifica 50 non includa partecipazioni di grandi dimensioni come Lockheed Martin, Ford Motor e General Motors.

Non per niente l’indice S&P 500 è chiamato l’indice del “mercato ampio”, poiché rappresenta almeno l’80% di tutti i settori economici statunitensi riflettendo pienamente la posizione affidabile. Per questo motivo, tale indice funge da punto di riferimento principale per vari fondi di investimento.

Allo stesso tempo, si osserva spesso la tendenza quando un gran numero di investitori, compresi i gestori di fondi, non sono in grado di raggiungere il livello di redditività media annua dell’indice S&P 500 per un lungo periodo di tempo.

Per questo motivo gli esperti raccomandano agli investitori di acquistare non i singoli titoli, ma l’intero indice. Ciò può essere fatto tramite ETF o futures, strumenti con i quali gli investitori possono investire contemporaneamente in diversi asset.

Come acquistare l’S&P 500 per il tuo portafoglio di investimenti?

È impossibile acquistare l’indice stesso, poiché è presentato come un parametro digitale. Questo indice viene utilizzato per analizzare il mercato statunitense come indicatore dello stato dell’economia. Per i trader e gli investitori, esistono specifici strumenti funzionali sottostanti correlati all’S&P 500.

S&P 500
Immagine: usatoday.com

Ad esempio, esiste la possibilità di generare reddito attraverso l’utilizzo di futures e opzioni. I futures per l’S&P 500 costituiscono dagli anni ’80 il capitale sottostante del Chicago Board of Trade. Sono rappresentati dalle seguenti opzioni principali:

  • MES – il volume del contratto è molte volte inferiore rispetto ai mini-future.
  • ES – il volume è un quinto dell’importo totale del contratto.
  • SP è un contratto a tutti gli effetti.

ETF sull’indice S&P 500 target

Esistono anche alcuni fondi che copiano completamente la composizione dell’S&P 500, con identica proporzionalità della quota di società di diversi settori economici. Il più famoso di questi è ilVanguard 500. Apparve in borsa negli anni ’70.

Oltre a questo, ci sono anche altri ETF che sono considerati una copia dell’indice S&P 500. I titoli più liquidi di un fondo indicizzato quotato in borsa basato sull’indice S&P 500 sono i SPDR S&P 500 ETF Trust. Commerciano con il ticker SPY (soprannominato “ragno” da molti trader).
L’ETF è uno strumento di investimento interessante
L’ETF è uno strumento di investimento interessante
19 minuti di lettura

Questo fondo è stato fondato negli anni ’90 nel trading floor del NYSE. Riflette in modo più accurato le dinamiche dell’S&P 500. Inoltre, fondi come SSO e IVW sono molto popolari sulla piattaforma NYSE.

I trader, di norma, conducono analisi delle principali società in una dozzina di segmenti separati che possono influenzare seriamente il valore dell’S&P 500.

Caratteristiche di previsione dell’indice S&P 500

Devi sapere che quando si analizza un indice, non è assolutamente necessario analizzare ciascuna società o società separatamente.

Dovrebbe essere chiaro che l’indice Dow Jones riflette la posizione di uno specifico segmento industriale in America e l’indice S&P 500 riflette lo stato generale di tutti i settori economici negli Stati Uniti.
Immagine: visualcapitalist.com

Per prevedere il valore dell’indice nel modo più accurato possibile, è necessario chiarire le informazioni non solo sugli indicatori di domanda e offerta, sui volumi di produzione, sulle esportazioni/importazioni, ma anche sulla situazione generale sui mercati delle materie prime, poiché possono anche hanno un grande impatto sulle quotazioni delle azioni delle principali società quotate.

L’indice S&P mostra la performance economica dell’America, quindi vale la pena considerare i dati sull’attuale performance economica degli Stati Uniti quando si conduce l’analisi. Per fare ciò, dovresti studiare i documenti di rendicontazione dei capi della Federal Reserve e del Ministero delle Finanze, nonché rivedere i rapporti dei leader aziendali.

Indicatori economici chiave che influenzano le quotazioni del tasso dell’indice S&P 500:

  • Il PIL è considerato uno dei valori più determinanti della dinamica della produttività nel settore economico pubblico. I dati sul prodotto interno lordo possono essere chiariti nelle pubblicazioni trimestrali del BEA (Bureau of Economic Analysis).
  • Dati sul mercato del lavoro: questi dati vengono pubblicati ogni mese dal BLS (Ufficio di analisi economica e statistica del lavoro).
  • Informazioni sull’inflazione: queste informazioni possono essere ottenute dai rapporti del BEA (Bureau of Economic Analysis).
  • Tassi di interesse: sono controllati dalla Fed (Federal Reserve System). È la banca centrale dello Stato. Queste informazioni sono fornite in uno speciale bollettino di reporting contenente dati settimanali su diversi tipi di tassi di interesse, inclusi mutui, obbligazioni e prestiti.
  • Informazioni sulla bilancia del commercio estero: vengono pubblicate ogni mese dagli Stati Uniti. Dipartimento del Commercio. Queste informazioni contengono dati sugli indicatori commerciali con diversi paesi, la bilancia commerciale estera generale, le importazioni e le esportazioni.

Oltre all’analisi fondamentale dell’S&P 500, è necessario condurre un’analisi tecnica, poiché il tasso di cambio del dollaro influisce direttamente sul prezzo dell’indice.

Molti noti analisti di indici nella maggior parte dei casi consigliano di utilizzare l’analisi tecnica. Ciò è particolarmente vero per le previsioni degli indici a breve termine.

S&P500 Biggest Gains and Losses
S&P500 Biggest Gains and Losses (September 26, 2023).Immagine: investopedia.com
Il valore dell’indice S&P 500 può essere influenzato da una serie di fattori. Per questo motivo è preferibile combinare diversi formati analitici. Allo stesso tempo, non solo puoi tenere traccia delle ultime notizie del settore economico, ma anche monitorare tutti gli eventi che si verificano nel mercato dei titoli utilizzando l’analisi tecnica.

Fatti interessanti sull’S&P 500

  • Ad oggi, l’elenco comprende 86 società incluse nel 1957.
  • La capitalizzazione media delle società quotate è di 22 miliardi di dollari.
  • Nell’aprile 2021, l’indicatore dell’indice massimo storico è stato registrato a 4100 punti.
  • Il principale concorrente dell’S&P 500 in termini di popolarità è l’indice Dow Jones (“barometro dell’economia statunitense”)
  • Questo indice non comprende esattamente 500 titoli. Questa cifra può cambiare a causa dell’inclusione di due classi di azioni della stessa società nell’indice e della possibile esclusione di società.
  • Quando l’indice è stato fondato, il suo elenco comprendeva azioni di società in soli tre settori economici: ferroviario, servizi di pubblica utilità e industriale.

Il vantaggio principale dell’indice S&P 500 è la sua diversificazione ottimale e la massima copertura delle diverse aree dell’economia statunitense. Bisogna però tenere presente che la maggior parte del valore di questo indice proviene da circa 45 rinomate società globali.

Warren Buffett – L’oracolo di Omaha
Warren Buffett – L’oracolo di Omaha
3 minuti di lettura
Il leggendario investitore del mercato azionario Warren Buffett ha affermato che il fondo indicizzato S&P 500 a basso costo è l’opzione di investimento preferita disponibile per assolutamente tutti i trader. Nel corso degli anni, l’indice S&P 500 ha generato rendimenti per un gran numero di investitori, fino a circa il 10% annuo.

Indice S&P 500: la migliore opzione per i principianti

Ogni nuovo trader che non ha mai operato professionalmente in borsa, di regola, cerca di trovare lo strumento più redditizio per un investimento sicuro.

Per ottenere il massimo profitto ed eliminare il rischio di perdite finanziarie, vale la pena effettuare regolarmente ricerche sul mercato azionario e mantenere il proprio portafoglio di investimenti.

S&P 500 Historical Performance. From 1980 to 2020. Past performance is not an indication or guarantee of future results. Immagine: nytimes.com
S&P 500 Historical Performance (from 1980 to 2020). Past performance is not an indication or guarantee of future results. Immagine: nytimes.com

Ciò richiede molto tempo e impegno. Inoltre, dovresti avere almeno la minima abilità in questa disciplina. Tuttavia, non tutti hanno il desiderio e le capacità per farlo. In questo caso è preferibile utilizzare uno strumento come l’indice azionario S&P 500.

Questa è un’ottima opzione per avere una rapida idea della redditività delle aziende statunitensi, senza la necessità di approfondire i dettagli delle attività di ciascuna società quotata nell’indice. C’è anche la possibilità di ottenere un discreto profitto nel tempo dal proprio portafoglio di lavoro senza impegnarsi troppo.

Secondo le statistiche ottenute, molti fondi di investimento non riescono a battere la redditività dell’indice S&P 500 su lunghe distanze. Investire in un fondo indicizzato o in un ETF è la garanzia che il tuo investimento seguirà il corso delle aziende più redditizie, stabili e di grandi dimensioni.

Investire nell’indice S&P 500 è la decisione strategica più popolare per l’investitore a lungo termine. Allo stesso tempo, non dovresti cercare di battere il mercato, è preferibile stargli dietro.

Voto articolo
0,0
0 valutazioni
Valuta questo articolo
Ratmir Belov
Per favore scrivi la tua opinione su questo argomento:
avatar
  Notifiche sui commenti  
Notifica di
Ratmir Belov
Leggi gli altri miei articoli:
Contenuto Vota Commenti
Condividere