Sbadiglio: perché lo facciamo?

6 minuti di lettura
Sbadiglio: perché lo facciamo?
Immagine: irishtimes.com
Condividere

Lo sbadiglio è uno dei fenomeni più misteriosi e poco studiati del comportamento umano. Quasi tutti hanno riscontrato una situazione in cui improvvisamente apri la bocca, la gola e fai una boccata d’aria profonda. In questo caso, si verificano involontariamente tensione muscolare prolungata ed espirazione. Lo sbadiglio è spesso associato alla noia o alla stanchezza. Tuttavia, le vere ragioni di questo fenomeno sono molto più complesse. Scopriamo perché le persone sbadigliano.

Fisiologia dello sbadiglio

Per comprendere la natura dello sbadiglio bisogna prima comprenderne il meccanismo fisiologico. Un ruolo chiave in questo processo è svolto dal cosiddetto riflesso dello sbadiglio, che si attiva quando arriva un impulso dal midollo allungato. Questa parte del cervello controlla la respirazione, il battito cardiaco e molte altre funzioni basilari del corpo.

Durante lo sbadiglio vengono attivati ​​alcuni nervi cranici e muscoli della faringe, della bocca, della mascella e della laringe. Ciò porta ad un’inspirazione profonda, un rilassamento prolungato e una successiva espirazione regolare. Il processo stesso dura circa 6 secondi.

Pertanto, lo sbadiglio è una risposta neuromuscolare complessa che coinvolge molti sistemi corporei. Ma perché è necessario e quali funzioni svolge?

Funzioni sbadiglio

Secondo le idee moderne, lo sbadiglio svolge un ruolo importante nella regolazione del funzionamento di base del nostro corpo:

1. Migliorare la termoregolazione cerebrale

Facendo un respiro profondo, l’aria fredda entra nei vasi sanguigni del cervello e lo raffredda, mentre l’aria calda espirata lo riscalda. Pertanto, lo sbadiglio aiuta a ottimizzare l’omeostasi della temperatura del cervello per il normale funzionamento.

Yawning
Immagine: undefined.photos

2. Eliminazione dell’ipossia

Lo sbadiglio profondo satura il sangue di ossigeno, aiutando così a combattere la carenza di ossigeno nei tessuti (ipossia), che può verificarsi a causa della mancanza di sonno, dello stress e del superlavoro.

3. Migliorare la circolazione cerebrale

La dilatazione dei vasi sanguigni del collo durante lo sbadiglio accelera il deflusso del sangue venoso dal cervello, migliorandone l’afflusso di sangue. Ciò ha un effetto benefico sulle prestazioni delle cellule nervose.

4. Aumento del tono muscolare

Lo sbadiglio allena i muscoli della faringe, della lingua, del viso e del collo. Questo aiuta a migliorare la loro forza e resistenza. Inoltre, lo stretching dei muscoli aiuta a rilassarli e ad alleviare la tensione.

Lo stress è un adattamento forzato del corpo
Lo stress è un adattamento forzato del corpo
18 minuti di lettura
Victoria Mamaeva
Pharmacy Expert

5. Stimolazione della produzione lacrimale

I condotti lacrimali che si allargano durante lo sbadiglio idratano meglio gli occhi, prevenendone la secchezza, l’irritazione e l’affaticamento.

6. Miglioramento dell’udito

Il movimento degli elementi dell’orecchio medio durante lo sbadiglio aiuta a schiarirlo e a migliorare la funzione uditiva.

Pertanto, lo sbadiglio ha un effetto curativo a più livelli sul corpo. Ma cosa, prima o poi, innesca esattamente questo processo? Diamo un’occhiata ai motivi principali dello sbadiglio.

Cause dello sbadiglio

Secondo la ricerca, lo sbadiglio può essere causato da una serie di fattori:

1. Disturbi del ritmo circadiano

Il picco dell’attività dello sbadiglio si verifica durante le fasi di transizione dal sonno alla veglia e dalla veglia al sonno. Sbadigliare aiuta il corpo a regolare i suoi bioritmi e ad adattare in modo ottimale tutti i sistemi per il prossimo periodo di attività o riposo.

Yawning
Immagine: 9news.com.au

2. Stanchezza e sonnolenza

Sentirsi letargici e sonnolenti è uno dei fattori scatenanti più comuni per lo sbadiglio. Sbadigliare, per così dire, “ricarica” un corpo stanco, saturando il cervello di ossigeno e migliorando il flusso sanguigno.

3. Stress e ansia

Sbadigliare aiuta il corpo a far fronte allo stress e a rilassarsi. Pertanto, in situazioni stressanti, le persone spesso sbadigliano involontariamente.

4. Noia e monotonia

L’attività monotona, la mancanza di percezione attiva e di lavoro mentale innescano lo sbadiglio. Lo sbadiglio sembra “diluire” la noia e aumentare nuovamente il tono della corteccia cerebrale.

5. Diminuzione della concentrazione

Quando l’attenzione si indebolisce e l’attività cerebrale rallenta, l’intero corpo inizia a “rallentare”, avviando un “programma di ristoro” sotto forma di sbadiglio.

Il Reiki è una tecnica di guarigione o una pratica pericolosa?
Il Reiki è una tecnica di guarigione o una pratica pericolosa?
13 minuti di lettura
5.0
(1)
Ratmir Belov
Journalist-writer

6. Aumento della temperatura cerebrale

Anche il surriscaldamento del cervello è uno stimolo per sbadigliare. Come notato sopra, lo sbadiglio raffredda il cervello e favorisce la termoregolazione.

7. Diminuzione dei livelli di ossigeno

L’ipossia tissutale innesca lo sbadiglio per saturare il sangue con ossigeno e normalizzare il supporto vitale del corpo.

Pertanto, diversi fattori possono contribuire allo sbadiglio: dalla stanchezza e dallo stress alla monotonia e al caldo. Tuttavia, questa è solo una parte del puzzle. Un altro aspetto importante che influenza la frequenza degli sbadigli è la componente psicologica.

La psicologia dello sbadiglio

La ricerca mostra che lo sbadiglio è spesso di natura psicologica e di natura contagiosa. Diamo un’occhiata alle caratteristiche principali della “psicologia dello sbadiglio”:

1. Connettersi con le emozioni

È molto meno probabile che le emozioni positive, il piacere e l’interesse provochino lo sbadiglio. Ma la noia, la delusione, l’umore depresso sono l’opposto. Pertanto, lo sbadiglio viene spesso utilizzato come indicatore non verbale per valutare la reazione di una persona a ciò che sta accadendo.

Yawning
Immagine: baptisthealth.com

2. Contagiosità

Accade spesso che non appena qualcuno sbadiglia, le persone intorno a lui iniziano immediatamente a sbadigliare istintivamente. Questo fenomeno si chiama contagio psicologico. Si basa sull’attività specchio dei neuroni cerebrali e sul riflesso imitativo.

3. Conseguenze sociali

In alcune culture, sbadigliare in pubblico è considerato indecente e addirittura offensivo. Sebbene in realtà lo sbadiglio sia un bisogno psicofisiologico del corpo del tutto normale. Tuttavia, molte persone cercano di nascondere o sopprimere lo sbadiglio di fronte agli altri.

4. Differenze di età

Le donne sbadigliano molto più spesso degli uomini. Inoltre, lo sbadiglio è più pronunciato durante l’infanzia e la giovinezza e, al contrario, diminuisce nella vecchiaia. Ciò è dovuto a fattori ormonali e neurofisiologici.

Come sbarazzarsi del singhiozzo – 22 modi interessanti
Come sbarazzarsi del singhiozzo – 22 modi interessanti
3 minuti di lettura
Victoria Mamaeva
Pharmacy Expert
Pertanto, lo sbadiglio è strettamente correlato alle caratteristiche dello stato psico-emotivo di una persona e ha una componente sociale pronunciata.

Fatti curiosi sullo sbadiglio

Oltre agli aspetti discussi sopra, ci sono molti altri fatti interessanti riguardanti questo misterioso fenomeno:

  • L’attività di sbadiglio è stata rilevata nei feti a partire dalla 12a settimana di gravidanza. Pertanto, il riflesso viene posto prima della nascita.
  • In media, un adulto sbadiglia circa 10-20 volte al giorno. Esistono però “detentori del record” con oltre 100 sbadigli al giorno.
  • Esistono rari disturbi neurologici che si manifestano come sbadigli patologici fino a 500 volte al giorno.
  • Lo sbadiglio non può essere soppresso dalla forza di volontà. Ci sarà solo un ritardo seguito da uno sbadiglio ancora più potente e prolungato.
  • Quando la bocca è chiusa, i muscoli continuano a sbadigliare, solo senza immettere aria nella cavità orale.

Pertanto, lo sbadiglio non è stato studiato a fondo ed è pieno di molti misteri. Tuttavia, è già chiaro che questo è il meccanismo di adattamento più importante per il mantenimento dell’omeostasi e il funzionamento ottimale del nostro corpo.

Conclusioni

Lo sbadiglio è una risposta profondamente programmata del corpo a determinati stimoli interni ed esterni. Svolge molte funzioni utili: dalla termoregolazione del cervello all’aumento del tono muscolare.

Lo sbadiglio può essere causato sia dall’affaticamento fisico che dalla noia emotiva. Questo fenomeno si basa sul lavoro coordinato dei centri nervosi del cervello, attivando un’intera cascata di reazioni fisiologiche in tutto il corpo. Sbadigliare è tanto misterioso quanto sorprendente. Pertanto, non essere imbarazzato se all’improvviso vuoi spalancare la bocca e fare un respiro profondo. Rilassati e dai al tuo corpo ciò di cui ha bisogno!
Voto articolo
0,0
0 valutazioni
Valuta questo articolo
Victoria Mamaeva
Per favore scrivi la tua opinione su questo argomento:
avatar
  Notifiche sui commenti  
Notifica di
Victoria Mamaeva
Leggi gli altri miei articoli:
Contenuto Vota Commenti
Condividere

Potrebbe piacerti anche

Paleodieta: cos’è e perché è popolare?
6 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer
Perché la maca peruviana è popolare tra i nutrizionisti?
4 minuti di lettura
5.0
(3)
Liana Valeeva
Expert in weight management and eating psychology

Scelta dell'editore

Revisione esperta dei principali tipi di comportamento alimentare
7 minuti di lettura
5.0
(2)
Liana Valeeva
Expert in weight management and eating psychology
Dovresti mettere il ghiaccio sul viso? Un esperto degli effetti del freddo sulla pelle
7 minuti di lettura
5.0
(3)
Natalia Lesnova
Natalia Lesnova
Founder of a natural skincare brand, PhD