Meteorite di Tunguska: un mistero irrisolto del 20° secolo

Meteorite di Tunguska: un mistero irrisolto del 20° secolo
Immagine: dzen.ru
Condividere

Per più di 110 anni, sul territorio della Siberia si è verificato uno dei fenomeni più misteriosi: la caduta del meteorite Tunguska.

Questo evento fa ancora molto discutere. Intorno al fenomeno circolano molte ipotesi. Alcune versioni sono spesso di natura fantastica. L’evento è stato ricoperto di segreti ed enigmi che l’umanità ancora non riesce a risolvere.

Breve storia del fenomeno

È noto in modo affidabile in quale anno il meteorite Tunguska cadde sulla Terra. L’evento ebbe luogo il 30 giugno 1908. È noto anche il momento della caduta dell’oggetto spaziale.

Ciò è accaduto intorno alle 07:00 ora locale. Un corpo sferico infuocato è stato osservato da testimoni oculari nel territorio di quello che oggi è il territorio russo di Krasnoyarsk, nell’area del fiume chiamato Podkamennaya Tunguska. È stato stabilito che l’oggetto spaziale stava volando in direzione nord-ovest. Presumibilmente la dimensione del meteorite Tunguska ha raggiunto i 30 metri.

The place where the Tunguska meteorite fell on the map of Russia
The place where the Tunguska meteorite fell on the map of Russia

Il corpo celeste non ha raggiunto la terra. La sua esplosione è avvenuta ad un’altitudine compresa tra 7 e 10 km sopra la taiga. Fortunatamente non c’erano aree popolate sopra il luogo dell’esplosione. L’onda d’urto risultante fu così forte che gli osservatori di tutto il mondo poterono registrarla. Anche nell’emisfero occidentale hanno appreso di questo fenomeno.

L’esplosione ha provocato la caduta di alberi in una vasta area della taiga. La sua superficie superava i 2mila km2. Molte case sono state danneggiate a causa dell’esplosione. Le finestre di molti di loro erano rotte. Inoltre, ciò è stato osservato in aree popolate situate a una distanza di oltre 180 km dal centro dell’esplosione.

Multiverso: il mistero del misterioso cosmo
Multiverso: il mistero del misterioso cosmo

Tutte le pubblicazioni nel mondo riportavano il meteorite, ma la prima spedizione scientifica sul luogo della sua caduta fu organizzata solo 19 anni dopo. Il primo studio dell’area in cui presumibilmente cadde il corpo celeste fu condotto dallo specialista sovietico L.A. Piovanello. La spedizione fu da lui organizzata nel 1927. Negli anni successivi altre spedizioni furono inviate sul luogo della caduta del meteorite. Uno di questi è stato organizzato nel 1978 dal geologo Nikolai Kovalykh.

Rimane solo una traccia!

Interessante da notare! Non sono stati trovati frammenti o resti del meteorite! Nel 1965, gli scienziati americani Cowan e Libby ipotizzarono che il meteorite di Tunguska fosse costituito da antimateria e al contatto con la materia dell’atmosfera terrestre si verificò l’annientamento, cioè materia e antimateria, combinandosi insieme, si trasformarono in energia, senza lasciare frammenti. Molti scienziati hanno cercato di trovarli, ma tutto si basava sulla teoria che fossero evaporati durante l’esplosione, e alcuni hanno volato per diverse migliaia di chilometri e ora sono impossibili da trovare.

Tuttavia, ci sono molti altri meteoriti e frammenti che non sono bruciati nell’atmosfera o non sono evaporati durante l’esplosione, quindi questo risultato degli eventi di esplosione dopo il meteorite di Tunguska diventa misterioso e dà luogo a speculazioni sulla sua origine (teorie sull’origine sono descritti di seguito).

Che aspetto ha un meteorite. Esempio

Goba is the largest meteorite found. It is also the largest naturally occurring piece of iron on Earth.
Goba is the largest meteorite found. It is also the largest naturally occurring piece of iron on Earth

Il meteorite ferroso Goba, del peso di circa 66 tonnellate e con un volume di 9 m³, cadde in epoca preistorica e fu ritrovato in Namibia nel 1920 vicino a Grootfontein. Questo è il meteorite più grande trovato. È conservato nel luogo dell’incidente nell’Africa sud-occidentale, in Namibia, vicino alla Goba West Farm. È anche il pezzo di ferro più grande presente in natura sulla Terra.

Le coordinate stimate del punto centrale dell’esplosione del meteorite Tunguska

I ricercatori non sono stati in grado di determinare con precisione l’altezza alla quale l’oggetto spaziale è esploso. Varie stime vanno dai 5 ai 15 km. Il diametro del meteorite Tunguska era di circa 30 metri. Gli scienziati concordano sul fatto che l’esplosione del corpo celeste non è stata un’esplosione puntiforme. Per questo motivo, i ricercatori forniscono coordinate diverse per l’epicentro della sua esplosione.

Kulik L.A. e Astapovich I.S. È stato stabilito che l’epicentro dell’esplosione del meteorite Tunguska corrisponde alle coordinate 60°54″07’N e 101°55″40’E. d) Attualmente, il luogo della caduta del meteorite Tunguska sulle mappe satellitari è anche più spesso indicato come il territorio a cui corrispondono le coordinate proposte da Kulik e Astapovich. Altri ricercatori designarono come epicentro la zona sopra la taiga, situata a sud di quelle chiamate Kulik e Astapovich.

The site of the fall of the Tunguska meteorite
The site of the fall of the Tunguska meteorite

Il luogo approssimativo in cui è caduto il meteorite Tunguska è chiamato l’area del fiume Podkamennaya Tunguska. Si presume che l’esplosione dell’impianto sia avvenuta vicino al villaggio di Vanavara, che ora si trova nel distretto di Evenki nel territorio di Krasnoyarsk. La caduta del corpo è avvenuta a circa 60 km a nord dell’insediamento specificato.

Sequenza di eventi associati alla caduta di un meteorite

Questo evento è stato preceduto da fenomeni insoliti osservati nell’atmosfera. Tre giorni prima della caduta del meteorite, i residenti nella Siberia occidentale, così come nella parte europea dell’Impero russo, osservarono un crepuscolo particolarmente luminoso. Le nuvole nottilucenti divennero un fenomeno raro a quei tempi. È stato osservato anche un fenomeno chiamato alone solare.

L’alone è un fenomeno ottico che rappresenta un cerchio luminoso attorno a una sorgente luminosa. Gli aloni compaiono più spesso attorno al Sole e alla Luna, a volte attorno ad altre potenti fonti di luce come i lampioni.

Intorno alle 7 del mattino del 30 giugno 1908, un corpo celeste apparve sulla Siberia centrale. Si stava muovendo in direzione nord. Il volo dell’oggetto è stato osservato da molti abitanti degli insediamenti vicini. La caduta del meteorite è stata accompagnata da suoni che ricordano il tuono.

Buco nero: un misterioso mistero dell’Universo
Buco nero: un misterioso mistero dell’Universo

Testimoni oculari hanno indicato l’ora approssimativa in cui è caduto il meteorite di Tunguska. Ciò è accaduto intorno alle 07:14 ora locale. In questo momento gli abitanti della zona hanno sentito una forte esplosione. È avvenuto vicino a Podkamennaya Tunguska, sopra la palude meridionale. Ciò è indicato dalla ricerca della spedizione di Kulik, i cui risultati sono descritti nelle opere di V.V. Rubtsova e A.I. Voitsekhovsky.

La potenza dell’esplosione che accompagnò la caduta del meteorite Tunguska è paragonabile alla potenza dell’esplosione della bomba all’idrogeno sovietica testata nel 1961. Nel primo caso, la potenza stimata era di circa 50 megatoni, nel secondo di oltre 58 megatoni.

Testimoni oculari della caduta di un corpo celeste

Questo fenomeno è stato osservato dai residenti degli insediamenti situati entro 100 km dal suo epicentro. Le informazioni più complete sull’evento sono state fornite dai fratelli Evenki con i nomi Chekarena e Chuchanchi. La loro tenda si trovava a soli 30 km dal luogo in cui cadde il meteorite Tunguska.

I fratelli hanno detto che al momento della caduta dell’oggetto si trovavano in una tenda vicino al fiume Avarkitta. I testimoni oculari hanno sentito per la prima volta un fischio. Hanno notato anche un improvviso aumento del vento, seguito dal primo forte tuono. Poi la tenda dei testimoni oculari fu abbattuta da un forte vento. I fratelli hanno parlato anche di un terremoto e di un forte incendio scoppiato nella foresta. Alla fine, i testimoni oculari hanno visto una palla luminosa nel cielo, simile a un secondo sole. Poi risuonò di nuovo il tuono. Queste memorie sono contenute in una raccolta di articoli pubblicati nel 1967 sotto la paternità di I.M. Suslova.

Un residente di Vanavara, Semyon Semenov, ha descritto la caduta del meteorite come “un fuoco che ha inghiottito l’intero cielo settentrionale”. Un testimone oculare ha detto che il fenomeno è stato accompagnato da un forte colpo, colpi e terremoto. Semenov ha parlato anche del forte vento caldo che soffiava al momento dell’esplosione dell’oggetto celeste.

Conseguenze del fenomeno accaduto

L’impatto del meteorite ha provocato una caduta della foresta su larga scala. Sono stati distrutti alberi su una superficie totale superiore a 2mila km2. L’esplosione dovuta alla caduta del corpo celeste è stata udita da persone che vivono a 850 km dall’epicentro. In alcuni edifici residenziali nel raggio di 150 km, l’onda d’urto ha rotto i vetri.

Windfall in the area of the Tunguska event. Based on materials from the expedition of L. Kulik, 1929
Windfall in the area of the Tunguska event. Based on materials from the expedition of L. Kulik, 1929

La caduta di un oggetto spaziale ha innescato un’onda sismica. È stato registrato da stazioni situate non solo sul territorio dell’Impero russo, ma anche oltre i suoi confini.

Dopo l’evento, per molto tempo furono osservati fenomeni atmosferici insoliti nei cieli della Russia e dell’Europa. Il loro picco si verificò il 1 luglio 1908. Entro 5 ore dall’esplosione del meteorite, sulla Terra è stata osservata una tempesta magnetica.

Un fatto interessante sul meteorite Tunguska è che nel luogo della sua caduta è stata notata una rapida crescita delle piante in futuro. Questo fenomeno si è verificato a Chernobyl e Hiroshima, che sono state esposte alla contaminazione da radiazioni. Ma tutti gli studi sui minerali non hanno rivelato la presenza di materia nucleare su di essi. Scopri quali altre conseguenze dell’esplosione del meteorite Tunguska stiamo vivendo oggi?

I primissimi messaggi scritti sulla caduta di un meteorite

Già il 30 giugno 1908 il quotidiano “Sibirskaya Zhizn” riportava questo evento. Ma la fonte conteneva informazioni fittizie sulla caduta dell’oggetto. Quindi, il giornale ha scritto che un corpo celeste è caduto vicino alla ferrovia non lontano dal passaggio a Filimonovo. Allo stesso tempo, la fonte ha abbellito l’informazione, scrivendo che il meteorite si è schiantato al suolo. Il giornale ha anche fornito informazioni secondo cui i passeggeri del treno hanno visto la parte superiore di un corpo celeste sporgere dal terreno.

Titanic: una nave leggendaria con un destino tragico
Titanic: una nave leggendaria con un destino tragico

L’evento fu descritto in modo più plausibile nel numero del giornale Sibir, pubblicato il 2 luglio 1908. L’autore dell’articolo, S. Kulesh, ha detto che i contadini che vivevano a 200 miglia da Kirensk hanno osservato un oggetto luminoso cilindrico nel cielo. Allo stesso tempo, il giornale indicava la data del fenomeno come il 17 giugno 1908.

Inizialmente, il meteorite di Tunguska non suscitò scalpore. L’interesse per questo fenomeno si risvegliò negli ambienti scientifici solo all’inizio degli anni ’20. Quindi furono organizzate le prime spedizioni sul luogo in cui cadde l’oggetto.

Spedizione guidata da L.A. Kulikom

Lo scienziato sovietico divenne un pioniere nello studio di questo evento. Kulik ha intrapreso da 4 a 6 spedizioni sul luogo dell’incidente per svelare il mistero del meteorite Tunguska. La prima spedizione, avvenuta nel 1927, scoprì una vasta area con foreste cadute. Durante le spedizioni successive, lo scienziato ricorse alla fotografia aerea dell’area, cercando di trovare il luogo dello schianto dell’oggetto. Lui e il suo gruppo hanno anche intervistato testimoni oculari del fenomeno.

La nuova spedizione pianificata da Kulik nel 1941 non ebbe luogo a causa dello scoppio della guerra. Lo scienziato morì in prigionia nel 1942. Il suo lavoro sullo studio del fenomeno è stato continuato dal geologo E.L. Krinov. In un libro intitolato “The Tunguska Meteorite”, lo scienziato ha riassunto i risultati di molti anni di lavoro di L.A. Kulika. Lo stesso Kulik è sempre stato convinto che il corpo celeste caduto in Siberia fosse un meteorite. Ha cercato a lungo di trovare il cratere. Un tempo, Kulik credeva erroneamente che i pozzi termocarsici trovati dalla sua spedizione fossero crateri di meteoriti.

Varie ipotesi su questo fenomeno

Come prima, nessun singolo studio può spiegare le caratteristiche dell’evento accaduto nel 1908 nei cieli della Siberia. Non esiste un’ipotesi generalmente accettata che risolva il mistero del meteorite Tunguska.

Immagine: kp.ru

Le teorie più popolari sono:

  1. Caduta di meteorite Contiene speculazioni sulla caduta di un enorme meteorite di ferro.
  2. La caduta di una cometa. Francis Whipple supponeva che il nucleo di una cometa sarebbe caduto sulla Terra. Il geochimico Vernadsky considerava l’oggetto caduto un coagulo costituito da polvere cosmica. Alcuni scienziati hanno visto una connessione tra il meteorite Tunguska e la cometa Encke.
  3. La caduta di un meteorite di pietra. Questa teoria si basava anche sull’origine del meteorite del corpo caduto. Ma gli scienziati credevano che il meteorite Tunguska fosse un asteroide roccioso rimbalzato su densi strati atmosferici.
  4. Fantastico. Lo scrittore Kazantsev ha suggerito che l’oggetto fosse una nave aliena precipitata.
  5. Vulcanico. V. Epifanov, insieme a V. Kundt, hanno suggerito che il fenomeno sia associato all’attività di un vulcano. Il risultato fu l’esplosione di una nube di metano.
  6. Ipotesi su un terremoto causato dalla caduta di un frammento di meteorite. Questa ipotesi è stata avanzata da S.M. Kuznetsov e A.D. Belkin.
  7. Ipotesi sull’antimateria Gli scienziati statunitensi Libby e Cowan hanno suggerito che il meteorite stesso contenesse antimateria. A causa della sua interazione con la materia terrestre, ogni traccia del corpo celeste fu completamente distrutta.
  8. Collisione di un piccolo buco nero con la Terra.
  9. Antropogenico. Presupposto di A.V. Saveliev e N.A. Savelyeva-Novoselova su una deliberataesplosione nuclearenel cielo sopra la Siberia.
  10. Esperimenti condotti da Nikola Tesla. Si presume che il fenomeno fosse il risultato degli esperimenti dello scienziato con la trasmissione wireless di elettricità.
Teorie del complotto: perché le persone ci credono?
Teorie del complotto: perché le persone ci credono?

Gli esperti della NASA nel 2009 hanno suggerito che il meteorite di Tunguska contenesse ghiaccio. Il risultato dell’ingresso dell’oggetto in strati atmosferici densi è stato il rilascio di microparticelle di ghiaccio e molecole d’acqua. Ciò spiega la comparsa di nubi nottilucenti nei cieli del Regno Unito e della Russia nelle prime 24 ore dopo la caduta del corpo celeste sulla Terra. Questa versione è stata confermata nel 1999 da ricercatori russi dell’Accademia delle scienze russa.

Gli scienziati hanno calcolato le dimensioni e il peso del meteorite Tunguska. Il corpo celeste aveva un diametro di circa 30 metri e il suo peso raggiungeva i 5 milioni di tonnellate.

Menzione di un fenomeno culturale

Il meteorite Tunguska appariva spesso nelle opere degli scrittori di fantascienza a suo tempo. Il fenomeno è stato menzionato in opere come:

  • “Astronauti” di Stanislaw Lem;
  • “L’isola in fiamme” di Alexander Kazantsev;
  • “Il lunedì comincia con il sabato” dei fratelli Strugatsky;
  • “Le avventure di Alice” di Kir Bulychev;
  • “La città segreta” di Vadim Panov.

Il meteorite Tunguska viene menzionato anche nel cinema. La caduta dell’oggetto è associata a un’invasione aliena della Terra in uno degli episodi di X-Files. Anche nel film Hellboy: Hero from Hell, uno dei personaggi acquisisce un obelisco fatto di pietra meteorite per eseguire il rituale.

Anche l’industria musicale non ha ignorato il fenomeno. Il tema del meteorite di Tunguska appare nella canzone dei Metallica “All Nightmare Long”. A questo fenomeno è dedicata anche la canzone “Return to Tunguska” del musicista britannico Alan Parsons. La canzone “Berkut” del gruppo rock “Mango-Mango” canta una delle versioni della caduta di un corpo celeste sulla Terra.

Menzioni del meteorite Tunguska sono presenti nei giochi per computer “Crysis 2”, “Syberia II” e “Resistance”. Il gioco “Secret Files: Tunguska” è dedicato al tema del fenomeno.

Nelle notizie vediamo spesso note che grandi meteoriti si stanno avvicinando alla Terra, e alcuni indovini hanno predetto la “fine del mondo” proprio da un tale fenomeno, cosa che non è accaduta. L’ultimo è stato un messaggio secondo cui il 22 marzo di quest’anno un grande asteroide passerà molto vicino alla Terra.