Vitamina E – vitamina della funzione riproduttiva

5 minuti di lettura
Vitamina E – vitamina della funzione riproduttiva
Immagine: Nadezhda Andriyakhina | Dreamstime
Condividere

Vitamina E (tocoferolo) – un gruppo di composti – vitameri, che sono divisi in due tipi: tocotrienoli e tocoferoli, ma l’alfa tocoferolo acetato è considerato il più attivo.

Tutti i composti della vitamina E, indipendentemente dalla loro formula, sono considerati antiossidanti e hanno effetti farmacologici simili. Pertanto, nelle annotazioni ai preparati, sono spesso combinati sotto il nome generico “tocoferolo“.

Fatto interessante! All’inizio del secolo scorso si credeva che la vitamina E impedisse alla vitamina D e all’acido ascorbico di agire.

Benefici della vitamina E

  • Immunità. Aumenta la resistenza del corpo alle malattie infettive.
  • Sistema nervoso. Contribuisce al normale funzionamento.
  • Imbarcazioni. Espande le arterie, che aiuta ad abbassare la pressione sanguigna.
  • Tessuti morbidi. Previene la comparsa di crampi e aumenta la resistenza muscolare. Con l’uso esterno di vitamina E liquida si attivano i processi di rigenerazione. Quasi nessuna cicatrice rimane sul sito delle ferite. Inoltre, presenta un effetto antiipossico, influenzando positivamente la respirazione dei tessuti.
  • Pelle. La vitamina E elimina la pelle secca del viso e allevia le manifestazioni allergiche, migliora la condizione di unghie e capelli.
  • Sangue. Il tocoferolo previene la trombosi.
Vitamin E
Immagine: Ekaterina79 | Dreamstime

Vitamina E antiossidante

L’azione del tocoferolo in questa direzione è difficile da sopravvalutare:

  • legame dei radicali liberi con loro successiva disattivazione;
  • protezione delle cellule dai danni durante i processi ossidativi;
  • Migliora l’assorbimento del retinolo (vitamina A) da parte dell’organismo
  • prevenire la formazione della pigmentazione legata all’età sulla pelle;
  • inibizione dei processi di invecchiamento;
  • stimolazione della sintesi di fibre collagene ed elastina.
Vitamina B12 – sostanza biologicamente attiva contenente cobalto
Vitamina B12 – sostanza biologicamente attiva contenente cobalto
5 minuti di lettura

Se assunta regolarmente in dosi adeguate, la vitamina E migliora la condizione dei diabetici e dei pazienti con malattia di Alzheimer.

Vitamina E per uomo

I benefici della vitamina E per gli uomini sono migliorare la qualità del liquido seminale e aumentare la potenza. Questo effetto è dovuto all’effetto positivo del tocoferolo sul lavoro delle ghiandole sessuali, grazie al quale viene attivata la produzione di ormoni in esse.

Vitamina E per le donne

La vitamina E per le donne è uno dei principali mezzi di ringiovanimento e fertilità. Il tocoferolo migliora la circolazione sanguigna negli organi pelvici, specialmente nelle ovaie e nell’utero. Riduce le manifestazioni della sindrome premestruale (sindrome premestruale) e allevia le condizioni di una donna durante la menopausa.

Vitamina E durante la gravidanza

La vitamina E per le donne incinte è semplicemente necessaria. Il tocoferolo stimola la produzione di ormoni e li mantiene al livello richiesto. Ma soprattutto, contribuisce alla piena formazione della placenta.

Quali alimenti contengono vitamina E

Ci sono molti medicinali con tocoferolo in vendita. Tuttavia, è possibile reintegrare l’apporto giornaliero di vitamina E con l’aiuto di alimenti naturali, in particolare ricchi di:

  • oli vegetali (soia, semi di cotone, mais, girasole e oliva);
  • chicchi di grano germinati;
  • legumi (soia, piselli, fagioli);
  • cereali (grano saraceno, orzo, mais e farina d’avena);
  • frutti di mare (gamberi, calamari);
  • pesce (anguilla, lucioperca e sgombro);
  • uova.
Vitamin E
Immagine: Tatjana Baibakova | Dreamstime
Fatto interessante! Il detentore del record per il tocoferolo tra tutti i prodotti contenenti vitamina E è l’olio di germe di grano.

Prodotti meno ricchi di vitamina E, ma devono comunque essere inclusi nel menu a colpo sicuro:

  • frutta;
  • fegato;
  • tutti i tipi di noci;
  • frutta secca (albicocche secche);
  • frutti di olivello spinoso e bacche di viburno.
La vitamina C è una delle sostanze principali nella dieta umana
La vitamina C è una delle sostanze principali nella dieta umana
8 minuti di lettura

È sufficiente comporre correttamente un menu per dotarsi di una dose giornaliera di tocoferolo.

Fatto interessante! La vitamina E, in qualunque cosa sia contenuta, si conserva bene quando il cibo viene congelato e praticamente non viene distrutta se lavorata ad alte temperature. Tuttavia, l’aria e la luce del sole sono dannose per lui.

Carenza di vitamine

La mancanza di vitamina E porta alla rottura di molti organi interni.

Sintomi di carenza di vitamina E

  • miastenia grave (debolezza muscolare);
  • iporeflessia (diminuzione della sensibilità muscolare agli stimoli);
  • atassia (compromissione della coordinazione dei movimenti);
  • disartria (discorso confuso);
  • ipoestesia (diminuzione della sensibilità tattile).
Vitamin E
Immagine: Yulia Gusterina | Dreamstime

La carenza di tocoferolo influisce negativamente sulla salute. Può causare:

  • aborto spontaneo durante la gravidanza (c’è il rischio di aborto spontaneo e sbiadimento fetale);
  • riduzione della potenza negli uomini;
  • sviluppo di tossicosi;
  • anemia emolitica in un bambino;
  • distrofia retinica;
  • infertilità;
  • epatonecrosi (morte degli epatociti ─ cellule del fegato);
  • sindrome nefrosica;
  • ammorbidimento di alcune aree del cervello e del cervelletto.
Antiossidanti – inibitori dei processi ossidativi
Antiossidanti – inibitori dei processi ossidativi
5 minuti di lettura

Tuttavia, la vitamina E tende ad accumularsi nell’organismo, creando una sorta di deposito nel fegato, nel tessuto adiposo e muscolare. A causa di ciò, l’ipovitaminosi grave praticamente non si verifica. Infatti, in caso di carenza, sono queste riserve che iniziano ad essere spese in primo luogo con una carenza di tocoferolo.

Eccesso di vitamina nel corpo

Un eccesso di vitamina E si verifica solo con una singola dose di una grande dose del farmaco. Tuttavia, questa condizione patologica è rara nella pratica clinica. I risultati di recenti studi scientifici hanno dimostrato che anche l’assunzione costante di tocoferolo in dosi elevate non porta allo sviluppo di ipervitaminosi.

Tuttavia, un singolo sovradosaggio di vitamina E spesso provoca dispepsia e provoca anche mal di testa e un aumento della pressione sanguigna. Tutti questi sintomi sono transitori e non richiedono cure mediche.

Il ruolo della vitamina D per l’uomo
Il ruolo della vitamina D per l’uomo
8 minuti di lettura

L’ipervitaminosi prolungata può provocare varie patologie, tra cui:

  • diminuzione della conta piastrinica;
  • enterocolite;
  • cecità notturna;
  • diminuzione della coagulazione del sangue, fino all’emorragia nel cervello o nella retina;
  • ingrossamento del fegato;
  • riduzione dei livelli di glucosio nel sangue;
  • insufficienza epatica;
  • ascite (idropisia addominale);
  • Cambiamenti nella biochimica del sangue (azotemia, aumento dei livelli di trigliceridi e bilirubina).

Conclusioni

Tuttavia, non dovresti iniziare a prendere integratori di vitamina E da solo, specialmente durante la gravidanza. Come qualsiasi altro farmaco, dovrebbe essere prescritto solo da un medico. Terrà conto delle condizioni generali, della presenza di controindicazioni e selezionerà un dosaggio adeguato.

Voto articolo
0,0
0 valutazioni
Valuta questo articolo
Victoria Mamaeva
Per favore scrivi la tua opinione su questo argomento:
avatar
  Notifiche sui commenti  
Notifica di
Victoria Mamaeva
Leggi gli altri miei articoli:
Contenuto Vota Commenti
Condividere