Management: funzioni e tipologie dell’arte professionale

Aggiornata:
13 minuti di lettura
Management: funzioni e tipologie dell’arte professionale
Immagine: jooinn.com
Condividere

Per la maggior parte delle persone, la parola manager significa leader o manager. Se passiamo alle origini, ovvero alla parola inglese management, la sua traduzione sarà “amministrare, gestire, gestire”.

Il principale criterio di gestione è la gestione delle persone.

Gestione – gestione delle risorse basata sull’uso di pianificazione, motivazione, coordinamento, analisi, organizzazione delle risorse disponibili per completare l’attività.

Questo termine non è l’unico, poiché il concetto stesso, come le tipologie di gestione, è piuttosto ampio. Esistono le seguenti tipologie di gestione:

  1. Professione “manager”.
  2. Processo di controllo diretto.
  3. Una disciplina scientifica.
  4. L’unità strutturale di un’organizzazione.
  5. L’arte di guidare un gruppo di persone.
Business: quali tipologie esistono e le principali sfumature di un lancio di successo
Business: quali tipologie esistono e le principali sfumature di un lancio di successo
7 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

Tutti questi tipi di gestione non si escludono a vicenda, ma si completano e si susseguono in modo logico. Esiste un’altra classificazione della gestione, che si forma sulla base delle funzioni. Ciò che si riferisce ai tipi funzionali di gestione sarà descritto di seguito sotto forma di una classificazione separata.

Principali obiettivi e obiettivi di gestione

Gli obiettivi e gli obiettivi della gestione sono divisi in strategici e tattici. In alcune fonti, sono chiamati locali e globali.

Gli obiettivi globali (strategici) si concentrano su un lungo processo, che può essere calcolato su diversi anni e talvolta decenni.

Locale (tattico) ha una durata più breve. Queste sono cose momentanee che vengono eseguite per raggiungere obiettivi globali. Pertanto, l’obiettivo globale è ciò che l’azienda (paese, qualsiasi altra organizzazione) cerca di raggiungere e l’obiettivo locale è come raggiungerlo.

Management
Immagine: hrmpractice.com

I compiti sono divisi allo stesso modo. Allo stesso tempo, il compito è un piccolo obiettivo, ovvero i secondi vengono raggiunti attraverso l’attuazione del primo.

Quindi, gli obiettivi della gestione in senso globale:

  • sviluppo dell’azienda, mantenimento del mercato esistente e, idealmente, espansione della sfera di influenza;
  • ottenere risultati finali che saranno caratterizzati da crescita e profitto;
  • stabilità finanziaria e operativa dell’impresa;
  • prevedere i rischi e superarli con successo;
  • mantenere l’efficienza dell’organizzazione.
TOYOTA – i principi su cui si basa il successo dell’azienda
TOYOTA – i principi su cui si basa il successo dell’azienda
6 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

Di conseguenza, i compiti sono formati sulla base dell’analisi del lavoro e dei punti di sviluppo di una particolare organizzazione.

Tipi di gestione e loro classificazione

In base alla natura delle attività dell’organizzazione, il processo di gestione è formato dalle specifiche esistenti. Esistono 7 tipi principali di gestione:

  1. Industriale;
  2. Finanziario;
  3. Strategico;
  4. Investimento;
  5. Gestione del rischio;
  6. Informativo;
  7. Eco.

Di seguito vengono presentate ciascuna tipologia di gestione e le sue caratteristiche. Le grandi società possono includere tutti i tipi o parte di esse nel processo di gestione. È logico che un manager in una grande azienda non sia in grado di coprire tutti i tipi di attività, o meglio, da cosa è formato.

Gestione della produzione

La gestione della produzione si riferisce alla gestione di qualsiasi organizzazione commerciale, il cui scopo è il profitto dalla produzione di beni o dalla fornitura di servizi.

Amazon: la strategia di business del colosso tecnologico
Amazon: la strategia di business del colosso tecnologico
7 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

L’obiettivo principale di tale organizzazione è la vendita di servizi e beni che saranno competitivi sul mercato.

In questo caso, una gestione efficace si basa su corrette previsioni strategiche, un’organizzazione competente del processo produttivo e una politica di innovazione logica. Nessuna impresa si svilupperà se utilizza i vecchi standard di lavoro, le innovazioni sono sempre necessarie.

Management
Immagine: daf-mag.fr

Il manager che gestisce la produzione risolve i seguenti compiti:

  • monitoraggio permanente del flusso di lavoro, rilevamento tempestivo dei guasti e loro eliminazione;
  • ottimizzazione della quantità di output;
  • monitorare il corretto funzionamento dell’apparecchiatura e mantenerne le prestazioni;
  • prevenzione di situazioni conflittuali e pronta risoluzione dei conflitti sorti;
  • tenere conto degli interessi dei dipendenti, controllare le risorse, mantenere la disciplina.

Un manager intelligente vede le reali opportunità della sua organizzazione, così come i punti di crescita, e sulla base di ciò calcola una strategia che garantirà l’attuazione dei suoi obiettivi.

Gestione finanziaria

La gestione finanziaria gestisce i flussi finanziari dell’azienda. Qui è importante analizzare le entrate e le spese, razionalizzare la distribuzione del denaro all’interno dell’impresa e formare una politica finanziaria che porti alla crescita del reddito. Ovviamente, l’obiettivo globale è aumentare i profitti e prevenire il fallimento.

La gestione finanziaria e il suo ruolo per un’impresa moderna
La gestione finanziaria e il suo ruolo per un’impresa moderna
9 minuti di lettura
Editorial board
Editorial staff of Pakhotin.org

Come verranno raggiunti questi obiettivi:

  • ottimizzazione dei costi;
  • valutazione dei rischi finanziari e loro minimizzazione;
  • valutazione accurata delle prospettive finanziarie;
  • garantire la redditività dell’azienda;
  • Problem solving nei momenti di crisi.

Gestione strategica

In questo caso, il manager è impegnato nello sviluppo di una strategia di sviluppo, nonché nella sua attuazione e monitoraggio dell’attuazione. La gestione strategica può interessare diverse aree: miglioramento della qualità dei prodotti, aumento della professionalità dei dipendenti o sviluppo del personale e altri.

Ovviamente, sulla base di una strategia specifica, vengono utilizzati vari metodi che sono più adatti in questo settore. L’essenza della gestione strategica è che deve sviluppare un piano d’azione e quindi iniziare ad implementarlo con successo.

Gestione degli investimenti

Il gestore degli investimenti si occupa delle questioni relative all’attrazione degli investimenti e alla loro distribuzione all’interno dell’azienda.

Il compito dei gestori degli investimenti è di attrarre nuove persone con risorse e ciò richiede un piano di investimento già pronto che potrebbe interessare i potenziali investitori. Dopo aver ricevuto gli investimenti necessari, il compito di controllare la spesa che proveniva da fuori budget rimane a questo manager e passa in parte all’area dei manager finanziari.

Gestione del rischio

Qualsiasi attività, soprattutto commerciale, è sempre associata al rischio di perdite finanziarie.

Cigno nero – conseguenze nere
Cigno nero – conseguenze nere
7 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

Il compito dei gestori del rischio è identificare possibili punti di declino e confrontarli con il profitto pianificato. Se il profitto è maggiore della perdita, viene presa la decisione di muoversi in questa direzione. In alcuni casi, i gestori del rischio cercano modi per evitare o ridurre al minimo questi rischi.

  • identificare i rischi e valutare l’entità delle loro conseguenze;
  • sviluppare meccanismi di gestione del rischio;
  • sviluppo e attuazione di una strategia per ridurre al minimo le perdite dovute ai rischi;
  • Valuta continuamente la strategia esistente e apporta le modifiche necessarie.

Gestione delle informazioni

La gestione delle informazioni è attualmente basata su tecnologie informatiche.

Management
Immagine: futurelearn.com

Il compito dei gestori è quello di ricevere, elaborare, analizzare e ridistribuire le informazioni. Inoltre, l’ambito di questa direzione di gestione include tutto il flusso di documenti, il lavoro d’ufficio, la comunicazione con fonti esterne e con i dipendenti dell’azienda.

Gestione ambientale

Qualsiasi azienda, in un modo o nell’altro, è controllata dalle leggi del paese in cui ha sede.

Se parliamo di produzione, allora esiste un’unità strutturale separata di gestori ambientali che sono coinvolti nello sviluppo di una strategia ambientale per la protezione e la protezione dell’ambiente. Il loro compito non è solo quello di proteggere l’ambiente dagli effetti nocivi della produzione, ma di renderlo il più ecologico possibile.

Le componenti principali della gestione: concetti e definizioni

In questo paragrafo si considererà – in cosa consiste la gestione, quali sono le sue funzioni. Verranno presi in considerazione il concetto e la classificazione dei metodi di gestione, nonché i modelli di gestione esistenti.

Soggetti e oggetti di gestione

Il soggetto è la persona che svolge l’attività. L’oggetto è a chi viene distribuita l’attività. Nel caso della gestione, direttamente il manager o il capo sono soggetti, e i subordinati, i beni, i servizi, le finanze sono tutti oggetti di diversi tipi di gestione.

Modello di business: come scegliere il più efficace
Modello di business: come scegliere il più efficace
4 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

Funzioni e modalità di gestione

C’è un ciclo di gestione, che, di fatto, sono le funzioni di gestione:

  1. Analisi delle attività.
  2. Impostazione degli obiettivi.
  3. Formazione di un piano d’azione (compiti). In questa fase vengono valutati i possibili rischi.
  4. Organizzazione del lavoro.
  5. Attività di controllo. Esistono diversi tipi di controllo: intermedio e finale. Ne serve uno intermedio per vedere in determinate fasi tutto va secondo i piani o meno, in caso contrario vengono apportate modifiche. È necessario un controllo intermedio per lasciare il tempo di manovra. Il controllo finale valuta il risultato. Nulla può essere modificato qui, ma puoi tenere conto degli errori commessi e correggerli quando stabilisci i seguenti obiettivi e crei un piano per loro.

Alcuni si riferiscono alle funzioni di gestione come motivazione e coordinamento, che sono ulteriormente suddivise in diverse sottospecie.

Piano aziendale: passaggi e raccomandazioni
Piano aziendale: passaggi e raccomandazioni
9 minuti di lettura
Editorial board
Editorial staff of Pakhotin.org

La classificazione delle modalità di gestione avviene sulla base dell’influenza sull’oggetto e su chi agisce come esso. I metodi si dividono in tre tipi:

  1. Economico – regolamentazione delle attività dell’organizzazione da parte dello Stato o delle relazioni di mercato. L’oggetto è l’organizzazione stessa.
  2. Amministrativa sono metodi di azione diretta. L’oggetto sono i dipendenti, l’influenza viene esercitata attraverso sanzioni o incentivi per i dipendenti (il più delle volte finanziariamente).
  3. Socio-psicologico – stimolo morale dei dipendenti. L’oggetto sono i dipendenti, il metodo di influenza è la motivazione non materiale (carriera, riconoscimento come dipendente del mese, giorni di riposo extra, ecc.).

Modelli e principi di gestione

La gestione moderna è un’area di attività professionale, una delle discipline di base dell’educazione. La comprensione dei modelli e dei principi di gestione è necessaria per creare un modello di gestione di successo.

Modelli di gestione

L’insieme delle idee che stanno alla base della gestione formano un modello di gestione. Può variare a seconda della posizione geografica, delle credenze religiose o della situazione politica. È consuetudine distinguere quattro tipi di modelli:

  • Asiatico;
  • L’occidente è diviso in americano, tedesco e inglese;
Management
Immagine: petersons.com

Il modello asiatico è caratterizzato da:

  1. Fiducia e comprensione reciproca tra i vertici dell’azienda.
  2. Alto livello di formazione del personale.
  3. Orientamento alla fiducia dei dipendenti nella gestione.
  4. Consapevolezza del contributo dato alla causa comune.

Naturalmente, il modello asiatico non è universale per tutti i paesi asiatici e i modelli di gestione possono differire tra loro tra persone diverse e anche all’interno dello stesso paese, ma aziende diverse.

Intelligenza emotiva: l’abilità di riconoscere le emozioni
Intelligenza emotiva: l’abilità di riconoscere le emozioni
8 minuti di lettura
5.0
(1)
Editorial board
Editorial staff of Pakhotin.org

Modello occidentale:

  1. I dipendenti non si dedicano al proprio lavoro e non esiteranno a cambiare azienda con un’offerta migliore.
  2. La decisione viene presa dal management senza il coinvolgimento di dirigenti di livello medio o inferiore.
  3. Le relazioni commerciali e personali sono strettamente separate.

Dovrebbe essere chiaro che non esiste un unico modello di gestione corretto e tutto dipende da una particolare organizzazione o azienda. In generale, il modello di gestione incide principalmente sull’efficienza dell’economia dell’impresa.

Principi di gestione

La gestione, in quanto disciplina scientifica, ha individuato diversi principi della gestione come processo di gestione che può renderla efficiente e di alta qualità.

  1. Divisione del lavoro: ogni dipendente svolge rigorosamente le funzioni che dovrebbe svolgere in base alla sua posizione.
  2. Ogni dipendente è responsabile solo del lavoro che svolge personalmente.
  3. I dipendenti sono soggetti a determinate normative, la cui deviazione deve essere soppressa e punita dai dirigenti.
  4. Gli ordini ai dipendenti dovrebbero essere dati da un capo.
  5. Gli interessi del team e dell’organizzazione devono sempre avere la precedenza sugli interessi del singolo dipendente.
  6. La fedeltà all’azienda dovrebbe essere adeguatamente ricompensata.
  7. Ordina sul posto di lavoro e nel team.
  8. Lealtà verso i dipendenti. Solo a condizione di assoluta onestà si forma un team dedicato all’azienda.
  9. L’iniziativa dovrebbe essere premiata.
  10. Lo spirito aziendale è la chiave dell’unità dei dipendenti e del lavoro in nome di un obiettivo comune.

Cos’è un manager di successo?

Sulla base di quanto precede, risulta che la gestione come tipo di attività professionale è l’arte di gestire le persone. Il caposquadra in cantiere, l’insegnante in classe, il direttore del negozio sono dirigenti. Queste posizioni sono al livello più basso. Si chiamano manager di linea.

Management
Immagine: edwardscampus.ku.edu

Inoltre, ci sono quadri e top manager. Logicamente, i quadri intermedi gestiscono i manager di linea e loro stessi riportano ai top manager. Le attività di quest’ultimo sono regolate dal consiglio dei soci, dal direttore generale o dal titolare della società.

Elon Musk: biografia di un uomo che cerca di colonizzare Marte
Elon Musk: biografia di un uomo che cerca di colonizzare Marte
6 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

Per diventare un leader di successo, devi aderire alle 7 regole d’oro e possedere diverse qualità importanti per i subordinati. Questi includono consapevolezza, affidabilità, correttezza, lealtà alle proprie parole, apertura alla comunicazione con i subordinati.

7 regole d’oro di un manager di successo

  1. Un leader di qualsiasi livello deve avere relazioni sane, sia con i subordinati che con il management. Si dovrebbe essere sinceramente interessati agli affari dei primi e, se necessario, chiedere aiuto ai secondi se, a livello delle loro capacità, i problemi dei subordinati non possono essere risolti. Questo è un principio importante e non a caso viene prima.
  2. Devi essere in grado di motivare le persone intorno a te. In definitiva, in primo luogo per qualsiasi dipendente dell’azienda e soprattutto per i dirigenti a tutti i livelli dovrebbero essere gli interessi dell’azienda. Ovviamente, non tutti lavorano a vantaggio dei loro datori di lavoro, quindi dovresti imparare a capire le motivazioni delle persone, cosa le guida e cosa può farle lavorare meglio. Ogni dipendente è individuale e non sarà possibile motivare tutti con la stessa cosa.
  3. È importante poter dare e ricevere feedback. La comunicazione con tutti i dipendenti, anche traslocatori e addetti alle pulizie, aiuterà a ottenere un quadro completo del lavoro dell’unità, oltre a trasmettere l’obiettivo dell’azienda a tutto il personale. La comunicazione con i subordinati dovrebbe essere effettuata su base continuativa.
  4. Un leader di successo non è qualcuno che costringe le persone a lavorare per l’azienda, ma qualcuno che può vendere ai dipendenti l’idea della necessità di mantenere il benessere dell’azienda.
  5. La pianificazione deve essere efficiente. Nessuno ha bisogno di piani per il bene dei piani, devi avere un’idea nella fase iniziale di cosa accadrà. Per rendere i piani più fattibili, vale la pena discuterli con i subordinati. Questo darà a questi ultimi l’opportunità di sentirsi partecipi della vita dell’azienda e il manager avrà nuove idee e una nuova visione della situazione.
  6. Un manager di successo sa tutto del suo dipartimento e non lascia mai senza risposta la domanda di un subordinato.
  7. Il pensiero creativo ti consente di aiutare i dipendenti a venire a patti con normative e direttive rigorose. Se colleghi un approccio creativo alla risoluzione di determinati problemi, puoi semplificare notevolmente la vita dei subordinati.

Dove posso imparare a gestire?

Attualmente, ci sono molte opzioni per acquisire conoscenze nel campo della gestione.

Analisi SWOT: identifica i punti di forza e di debolezza della tua attività
Analisi SWOT: identifica i punti di forza e di debolezza della tua attività
6 minuti di lettura
Ratmir Belov
Journalist-writer

La maggior parte delle università insegna professioni manageriali. Inoltre, ci sono corsi speciali, webinar, formazione online sulle basi del management. Non meno popolari sono vari libri di testo e letteratura scientifica sulla gestione. Non meno popolari sono le scuole di management fondate da manager di successo.

Dovrebbe essere chiaro che ottenere un diploma di manager o un certificato di corso non è sufficiente. Per raggiungere il successo in questo settore, è molto importante l’autosviluppo che, oltre a seguire vari corsi di formazione, studi e corsi, include la lettura di letteratura tematica.

Dirigenti eccezionali nella storia umana

La nota pubblicazione Harvard Business Review ha valutato le attività di oltre 2.000 manager di 33 paesi e ha stilato la classifica dei manager di maggior successo.

Steve Jobs

In primo luogo c’è il fondatore di Apple Corporation Steve Jobs.

Steve Jobs
Steve Jobs. Immagine: codepen.io

Sotto la sua guida, la piccola azienda emerse dal garage dove tutto iniziò a diventare il marchio più riconoscibile al mondo. Inoltre, Apple ha la più alta fedeltà tra i suoi dipendenti e clienti. Sotto la guida di Steve Jobs, gli investimenti sono cresciuti di oltre il 3.000%.

Yoon Jung Young

Un fatto interessante è che Apple considera il suo principale concorrente dei coreani Samsung.

C’è una rivalità costante tra le due corporazioni, e in cima ai migliori leader, il marchio asiatico ha perso. Il secondo posto va al CEO Yoon Jong Yong. Sotto la sua guida, l’azienda è stata in grado di guadagnare quasi il 1500% dell’investimento iniziale. Il successo di Yoon Jong Yong risiede nella vendita di divisioni poco promettenti pur mantenendo i posti di lavoro dei dipendenti. Inoltre, Samsung è una delle migliori al mondo in relazione ai propri dipendenti, come riportato dagli stessi lavoratori.

Alexey Miller

Alexey Miller, capo di Gazprom, ha ottenuto un aumento del 2.000% del reddito degli azionisti.

Vladimir Putin – Presidente della Federazione Russa
Vladimir Putin – Presidente della Federazione Russa
10 minuti di lettura
Editorial board
Editorial staff of Pakhotin.org

L’obiettivo principale di Gazprom è la fornitura tempestiva e sicura di gas al consumatore, il miglioramento delle tecnologie per l’estrazione e il trasporto delle materie prime. Queste due aree sono diventate una priorità dopo che Alexey Miller è arrivato alla guida più di 15 anni fa. Ad oggi, la strategia scelta paga i dividendi.

Fatti interessanti sulla gestione

  1. Ci sono diverse caratteristiche uniche nel modello di gestione giapponese: assunzione di dipendenti a vita, i dipendenti trascorrono l’orario di lavoro solo con abiti di marca, dirigenti e lavoratori mangiano nella stessa mensa.
  2. 87 uomini d’affari russi con una fortuna combinata di oltre 1 miliardo di rubli sono suddivisi condizionatamente in 6 gruppi, ognuno dei quali ha il proprio nome e metodo di lavoro – Portfolio (34 uomini d’affari), Profilo (20), Legacy (10) , Amicizia (13), Affitto (6), Marketing (4).
  3. Uno dei manager russi di maggior successo, Oleg Tinkov, è noto per aver creato un nuovo business da zero e quando raggiunge l’apice del successo, lo vende completamente. Dopodiché, Oleg Yuryevich prende una nuova direzione. Durante la sua attività, Tinkov ha sviluppato con successo una catena di negozi, una catena per la produzione di birra e vodka, una catena di ristoranti, un’etichetta musicale, la produzione di semilavorati e il ciclismo. Attualmente, Tinkov sta sviluppando un nuovo progetto, Tinkoff Bank. Ogni volta che un uomo d’affari raggiunge il successo, anche grazie al marketing di successo. Attualmente, Oleg Tinkov è nella lista delle persone più ricche della Russia.
Voto articolo
0,0
0 valutazioni
Valuta questo articolo
Editorial board
Per favore scrivi la tua opinione su questo argomento:
avatar
  Notifiche sui commenti  
Notifica di
Contenuto Vota Commenti
Condividere