L’ETF è uno strumento di investimento interessante

Aggiornata:
19 minuti di lettura
L’ETF è uno strumento di investimento interessante
Immagine: Macgyverhh | Dreamstime
Condividere

Exchange-Traded Fund (ETF) – una traduzione letterale di “exchange-traded fund”, a volte chiamato in termini semplici un exchange-traded fund. La società che lo crea è solitamente chiamata fornitore di ETF. Può anche essere chiamato una società di gestione. Molto spesso, ha diversi fondi.

Caratteristiche

Ci sono tre fornitori stranieri che sono i più grandi. Questi sono iShares, il secondo nome è BlackRock, State Street Clodal Advisors, Vanguard. Ci sono anche quelli non così grandi. Tra questi ci sono PowerShares, Invesco, Wisdom Tree, SmartETFs, Renaissance, Harttord e molti altri.

Molto spesso, il patrimonio del fondo è rappresentato da azioni e obbligazioni. Ma ci sono anche fondi che investono nella produzione di beni e in materie prime (Commodities). Gli investimenti immobiliari sono effettuati da ETF chiamati REIT. Investono anche in altri asset, tra cui la volatilità o l’indice di paura.

Borsa: principi di base del lavoro
Borsa: principi di base del lavoro
9 minuti di lettura

Il fornitore di ETF non possiede le attività e il denaro degli investitori. Tutti i beni sono tenuti in conti separati. Cioè, gli investimenti sono protetti da errori o abusi della società di gestione. Un’ulteriore protezione è una società di revisione che controlla i conti del fondo e ne controlla le azioni.

Un altro elemento obbligatorio di un ETF è una società di registrazione. Si occupa della registrazione degli azionisti dell’ETF. La liquidità di un ETF è gestita da un market maker. Molto spesso è un broker. È nel book degli ordini, effettua ordini (acquisto e vendita di azioni del fondo). Senza un market maker, un massiccio acquisto e vendita di azioni del fondo può spostare notevolmente le quotazioni e il prezzo non sarà equo.

Come funzionano gli ETF

Diciamo che qualcuno vuole acquistare azioni dell’S&P500. Ma ci vorrebbe un minimo di $ 10 milioni per acquisire l’intero indice. Inoltre, dovrai spendere soldi per le commissioni. Ma ci sono ETF che hanno già acquistato queste azioni, e nella stessa proporzione dell’indice. In questo caso, puoi semplicemente acquistare una quota ETF, diventando così il proprietario di una parte dell’indice. Il fatto è che il valore di queste azioni è determinato come risultato ottenuto dopo aver diviso il valore totale del patrimonio netto (azioni, obbligazioni che il fondo ha acquistato) per il numero di azioni emesse.

ETF
Immagine: Macgyverhh | Dreamstime
Situazione di esempio: l’ETF ha copiato l’indice S&P500. Ha speso $ 10 milioni e ha emesso 10 milioni di azioni. Il costo di ciascuno è di 1 dollaro. Tutte le azioni dell’indice hanno un valore totale di 11 milioni. Cioè, 1 azione è 1,1 dollari. Man mano che l’indice cresce, il valore degli ETF che lo copiano (replicano) aumenta.

Se l’indice scende, scende anche il prezzo dell’ETF. Ciò significa che quando acquisti fondi negoziati in borsa, dovresti ricordare la diversificazione. Quando si acquista un indice di mercato ampio, è necessario bilanciarlo con un’obbligazione o un indice aureo.

Un’altra caratteristica importante dell’ETF è il modo in cui il fondo copia un indice già pronto, in cui non necessita di costi di gestione e analisi complesse. Per questo motivo l’ETF ha commissioni minime, parliamo di centesimi e decimi di percento. Cioè, l’ETF ha un vantaggio maggiore rispetto ad altri fondi gestiti attivamente, poiché la commissione in essi contenuta può raggiungere il 5% all’anno.

Cosa c’è di meglio: investimento o speculazione?
Cosa c’è di meglio: investimento o speculazione?
5 minuti di lettura

Se parliamo brevemente di cos’è un ETF, allora possiamo chiamarlo un fondo negoziato in borsa, che segue passivamente l’indice e ne copia la composizione. Poiché la diversificazione è ampia, scompaiono i rischi non sistemici causati dalla caduta di qualsiasi titolo o dal fallimento dell’emittente. Poiché i mercati tendono a crescere, così fanno gli ETF.

Il momento migliore per acquistare ETF è quando stai diversificando il tuo paese o settore. Ciò è particolarmente vero per i principianti o per coloro che non vogliono impegnarsi in un’analisi approfondita dei singoli titoli.

Quando si utilizzano gli ETF, basta un clic per investire in qualsiasi indice. Ad esempio, nella borsa di Mosca S&P500, Nosdaq, EuroStoxx, l’indice azionario MSCI World, che comprende più di 1600 titoli di paesi in tutto il mondo.

Pro e contro

Vantaggi ETF

Per il meglio, l’ETF evidenzia quanto segue:

  • le azioni dei fondi sono liberamente disponibili in borsa, hanno una liquidità molto elevata, tutte le transazioni in tali azioni sono molto veloci;
  • il livello dei costi è basso, le commissioni sono notevolmente inferiori rispetto ad altri fondi;
  • le azioni sono vendute a un prezzo basso, nella Federazione Russa il valore minimo è di 500 rubli, nei paesi occidentali – 50 dollari;
  • grazie alla semplice gestione, non puoi occuparti della selezione degli asset e del bilanciamento del portafoglio, è sufficiente acquistare 3 – 4 ETF diversi per conto;
  • ci sono molti fondi, ci sono ETF per obbligazioni, azioni, materie prime e così via;
  • È possibile incassare un portafoglio di investimenti ben bilanciato, a condizione che l’importo disponibile sia esiguo;
  • Ci sono molti ETF che pagano dividendi;
  • La presenza delle preferenze fiscali non ha poca importanza.
ETF
Immagine: Denphumi | Dreamstime

Il principale vantaggio degli ETF è la crescita del valore delle azioni nel lungo termine. Nonostante le crisi e i crolli di mercato per 15-20 anni, gli ETF hanno un rendimento dal 6 al 12% all’anno.

Contro degli ETF

  • quando gli indici azionari scendono durante una crisi, anche gli ETF azionari scendono;
  • I rendimenti degli investitori sono in linea con le medie di mercato, in quanto questo ETF è pari alla crescita dell’indice;
  • quando obbligazioni e oro saranno inclusi nel pacchetto ETF, a causa della diversificazione, il reddito totale sarà inferiore alla media del mercato, tuttavia, ciò fornirà protezione dalla crisi;
  • I cittadini russi hanno accesso agli ETF esteri solo se lavorano con broker stranieri, ci sono pochissimi ETF e fondi comuni di investimento sulla borsa di Mosca, mentre i fondi indicizzati più importanti non sono tra questi.

Rendimenti dell’ETF

Come per qualsiasi cosa quando si tratta di azioni, ci sono due modi per fare soldi con gli ETF.

  1. Acquisizione ad un prezzo inferiore rispetto ad una successiva vendita. Gli ETF salgono e scendono contemporaneamente agli indici, ma aumentano più spesso.
  2. Quasi l’80% dei fondi con sede all’estero paga dividendi. In Russia, solo i fondi di ITI Funds lo fanno.
Investimenti: continua a moltiplicarsi
Investimenti: continua a moltiplicarsi
23 minuti di lettura

Le dimensioni dei dividendi dell’ETF variano in base al fondo. Ad esempio, iShares Core High Dividend ETF, che investe in azioni con i dividendi più elevati, effettua pagamenti trimestrali di dividendi. Il suo rendimento annuo si avvicina al 6%. SPDR effettua i pagamenti dei dividendi una volta all’anno. La sua resa si avvicina al 2%. Ci sono ETF che pagano dividendi ogni mese.

Molti investitori scelgono ETF che non hanno dividendi. Il motivo è che i fondi negoziati in borsa sono esenti dalle tasse sui dividendi. Ma l’investitore che riceve i dividendi deve pagare le tasse. Nella Federazione Russa è del 13%, negli Stati Uniti è del 35%.

Tipi di ETF

Quando si classificano i fondi negoziati in borsa, si tiene generalmente conto dell’attività sottostante.

ETF azionari

Qui, l’attività sottostante sono le azioni di un particolare settore o indice azionario.

Sono divisi in sottospecie:

  • ampio mercato: copre la maggior parte o tutte le aziende o i settori esistenti nel paese;
  • per le aziende a piccola, media e grande capitalizzazione;
  • per le aziende che pagano i dividendi più alti possibili;
  • sulle azioni di società in forte crescita;
  • Titoli dei mercati emergenti e sviluppati
Cigno nero – conseguenze nere
Cigno nero – conseguenze nere
7 minuti di lettura

ETF su obbligazioni

Questi fondi investono nelle seguenti attività:

  • titoli di Stato a breve, lungo ed extra lungo termine;
  • obbligazioni societarie;
  • obbligazioni (spazzatura) ad alto rendimento;
  • un’obbligazione indicizzata all’inflazione;
  • obbligazioni ipotecarie.

ETF alle materie prime

  • per il bene più protetto – ETF per l’oro;
  • anche un bene protetto – metalli preziosi;
  • olio;
  • immobiliare.

Altri tipi di ETF

  • chiamato inverso, cresce quando l’indice di riferimento scende e scende quando l’indice sale;
  • Avere una leva finanziaria, ad esempio 3x, alla quale le azioni dell’ETF salgono o scendono tre volte l’indice esistente;
  • alternativa – ad esempio, esiste un ETF per l’indice Harry Potter, creato da StockPickr, (ti dà l’opportunità di partecipare al successo del famoso film “Harry Potter” investendo in azioni di produttori cinematografici), e puoi anche investire in società collegate Franchise ETF SHE, è un cluster di società con un consiglio di amministrazione femminile.
ETF
Immagine: Zolak Zolak | Dreamstime
Benchmark: in parole povere, questo è un indicatore o un’attività finanziaria, il cui rendimento funge da modello per confrontare la performance degli investimenti.

Liquidazione del fondo

Succede che gli ETF chiudono. Non c’è pericolo qui. Per il mercato, sebbene questa situazione sia anormale, non c’è nulla di insolito in essa. Il fornitore che decide di sciogliere il fondo informa in anticipo una data specifica. Successivamente, l’investitore può fare una scelta:

  • ha l’opportunità di vendere azioni al prezzo che esiste in borsa;
  • può attendere l’inizio della liquidazione ricevendo un rimborso. Il prezzo di chiusura viene calcolato tenendo conto dell’importo del patrimonio del fondo.
Come analizzare le azioni prima di acquistare e quali azioni è meglio acquistare?
Come analizzare le azioni prima di acquistare e quali azioni è meglio acquistare?
8 minuti di lettura

La prima opzione è più preferibile. Quando si attende la liquidazione, è possibile commettere un errore con il prezzo esatto e il denaro verrà trasferito per qualche tempo (a volte diversi mesi).

Come scegliere un ETF

Questo investimento ha una serie di vantaggi. Se la distanza è a lungo termine, gli ETF sono il 95% più redditizi degli hedge fund. Quindi è meglio investire denaro per 10-15 anni.

Portafoglio ETF

Per un investitore inesperto, è meglio acquisire il portafoglio più semplice di cinque componenti con proporzioni uguali:

  1. è possibile l’acquisizione di azioni americane (SPV o QQQ, borsa di Mosca, indice azionario globale, ecc.);
  2. obbligazioni a breve termine (Short Term Treasur, SHV);
  3. obbligazioni a lungo termine (obbligazioni societarie a lungo termine);
  4. per l’oro;
  5. immobiliare.
Trading: tipologie e strategie
Trading: tipologie e strategie
16 minuti di lettura

Questo dovrebbe tenere conto di:

  • si investe in ETF;
  • necessità di replicare il benchmark seguito dal fondo (l’indice copiato dall’ETF);
  • scelta del provider (società di gestione) – se ci sono due ETF per un unico indice, mentre il provider del primo è grande, il secondo è piccolo, è meglio scegliere la prima opzione;
  • è consigliabile scegliere un fondo che offra una commissione più bassa, poiché alla fine i costi saranno inferiori;
  • I fondi grandi riescono a copiare gli indici con maggiore precisione (fino al 99,8%), quelli piccoli hanno deviazioni fino al 10%;
  • I rendimenti dell’ETF sono paragonabili a quelli forniti dal benchmark;
  • AUM – ovvero la dimensione del patrimonio del fondo (più è grande, meglio viene copiato l’indice).
Voto articolo
0,0
0 valutazioni
Valuta questo articolo
Nikolai Dunets
Per favore scrivi la tua opinione su questo argomento:
avatar
  Notifiche sui commenti  
Notifica di
Nikolai Dunets
Leggi gli altri miei articoli:
Contenuto Vota Commenti
Condividere