Digiunare o operare: un chirurgo bariatrico sull’uso del digiuno intermittente nel trattamento dell’obesità

7 minuti di lettura
5.0
(2)
Digiunare o operare: un chirurgo bariatrico sull’uso del digiuno intermittente nel trattamento dell’obesità
Immagine: everydayhealth.com
Condividere

Smetti di mangiare dalle 16:00 alle 12:00 del giorno successivo: una ricetta semplice per combattere l’eccesso di peso dei famosi sostenitori del digiuno intermittente. Ci sono molte “storie di successo” su Internet, ma è stato davvero trovato un modo sicuro per controllare il peso in eccesso?

Perché non mangiamo abbastanza?

Una delle cause più importanti dell’eccesso di peso e dell’obesità è l’eccesso di cibo. Perché una persona mangia molto? La sazietà inizia nello stomaco. Quando mangiamo, si espande e vengono inviati segnali attraverso il nervo vagale, che collega lo stomaco al cervello, che la persona è piena. La trasmissione di questo segnale può essere interrotta per motivi fisiologici o emotivi.

  • La causa fisiologica più comune dell’eccesso di cibo è lo stomaco disteso: il segnale al cervello arriva molto tardi, quando nello stomaco è già presente una grande quantità di cibo. In questo caso una persona corre quasi sempre il rischio di mangiare 2-3 volte di più del normale.
  • Inoltre, la saturazione può verificarsi più tardi del previsto se una persona ha carenza di sonno. In tali momenti nel corpo si verifica una produzione impropria degli ormoni grelina (ormone della fame) e leptina (ormone della perdita di peso). La loro sintesi e secrezione variano, adattandosi al metabolismo e al bilancio energetico. Quando manca il sonno si verifica un disturbo: il corpo inizia a produrre più grelina e meno leptina.
  • Una causa emotiva comune dell’eccesso di cibo è la dieta rigorosa. Una restrizione dietetica lunga e dolorosa porta alla carenza di energia e alla mancanza di microelementi essenziali per la vita normale. Ad un certo punto, il desiderio di mangiare qualcosa di “proibito” prende il sopravvento, si verifica un esaurimento nervoso e la persona mangia 2-3 volte di più del normale.

In che modo il digiuno intermittente influisce sul corpo?

Il digiuno intermittente è uno schema alimentare che prevede periodi durante i quali una persona si astiene dal cibo per perdere peso. La tecnica viene spesso utilizzata per ridurre il peso corporeo da persone in sovrappeso, ma non obese. Molti scienziati sostengono addirittura che questo stile alimentare sia evolutivamente caratteristico dell’uomo. Si adatta perfettamente al ciclo di veglia (giorno) e sonno (notte), cioè ai ritmi circadiani umani. Stiamo parlando del digiuno intermittente serale secondo lo schema 16:8. (16 ore senza cibo, puoi mangiare solo per 8 ore durante il giorno). È risaputo che mangiare di notte è associato a un rischio maggiore di obesità e diabete, quindi rinunciare al cibo, ad esempio, tre ore prima di andare a letto può essere la decisione giusta quasi per tutti.
Intermittent fasting for obesity
Immagine: sky.com

Ma la sicurezza di mangiare a intervalli seri è stata confermata dai ricercatori solo per la persona mediamente sana. I ritmi circadiani e il digiuno intermittente non sono stati studiati a lungo termine e non esistono dati a sostegno di un’ampia popolazione.

I rischi “del momento” sono noti:

  • Le lunghe pause portano al fatto che una persona non si sente sazia per molto tempo mentre mangia, quindi rischia di mangiare 2-3 volte di più della sua norma in termini di volume e contenuto calorico. E l’eccesso di cibo regolare è una delle principali cause dell’obesità.
  • L’alternanza di periodi di eccesso di cibo e di successiva fame è un modello di comportamento alimentare patologico. Una persona sana reintegra l’energia necessaria attraverso la nutrizione. Ciò è segnalato da una sensazione di fame e si verifica in media 2-3 volte al giorno. Pertanto, è psicologicamente più sicuro (per evitare disturbi alimentari) mangiare piccole porzioni più volte durante la giornata, seguendo il regime.
  • Un’alimentazione irregolare, ovvero il digiuno intermittente, può interrompere la produzione di ormoni come l’insulina, la grelina e la leptina, responsabili della fame, della sazietà e del metabolismo. Ciò può portare allo sviluppo di malattie croniche sistemiche come diabete, obesità, disturbi metabolici e aumentare il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.
  • Il digiuno è pericoloso per le donne incinte e che allattano.
  • Secondo la nostra esperienza, esistono rischi di disturbi dispeptici in persone con malattie gastrointestinali, esacerbazioni di colelitiasi, ulcere.
  • La mancanza di nutrienti nel corpo dovuta al digiuno può causare carenze di vitamine e minerali, che influiscono sulla salute generale di una persona.

Digiuno intermittente VS bariatrico

La percentuale di russi obesi sta crescendo rapidamente: già una persona su dieci è in sovrappeso, il che significa che aumenta il numero di complicanze: diabete, patologie cardiovascolari, ecc. La chirurgia bariatrica si sta sviluppando e guadagnando popolarità. Questo è un metodo di trattamento efficace, la cui indicazione non è solo l’obesità, ma anche malattie e complicanze concomitanti. Esistono diversi tipi di chirurgia bariatrica, ma la maggior parte comporta la riduzione del volume dello stomaco utilizzando qualche tipo di tecnica chirurgica.

Bariatrics
Immagine: fountainavenuekitchen.com

Nel 2020 sono stati eseguiti 3.292 interventi, nel 2023 erano già 8.955, il 172% in più. Esistono anche delle quote per gli interventi, ad esempio, per le persone con diabete. Il Registro Nazionale Bariatrico riporta che solo il 30% delle persone obese non ha diagnosi aggiuntive. Ma potrebbero anche essere idonei alla chirurgia bariatrica se il loro BMI (indice di massa corporea) è superiore a 40.

Spesso i sostenitori del digiuno intermittente affermano che la tecnica è un’alternativa alla chirurgia bariatrica perché può aiutare a ridurre il volume dello stomaco senza intervento chirurgico. Questo è parzialmente vero: quando sei in deficit calorico, il volume dello stomaco può effettivamente diminuire temporaneamente. Tuttavia, come con qualsiasi altra dieta, dopo la fine del digiuno intermittente, lo stomaco tornerà rapidamente alle stesse dimensioni o rischierà addirittura di ingrossarsi.

Nel breve termine, grazie alla riduzione del numero dei pasti, si possono vedere i primi risultati di perdita di peso in pochi giorni. Tuttavia, non ha senso il digiuno intermittente a lungo termine, quindi il peso diminuirà più lentamente o si fermerà del tutto. Pertanto, il digiuno intermittente non può essere considerato un’alternativa alla terapia bariatrica.

Nutrizionista clinico sui tipi più diffusi di digiuno intermittente
Nutrizionista clinico sui tipi più diffusi di digiuno intermittente
5 minuti di lettura
5.0
(2)
Alena Chernova
Alena Chernova
Nutritionist expert, clinical nutritionist, health-coach

Ma non possiamo dire che la tecnica del digiuno intermittente sia dannosa. Secondo le osservazioni, funziona per “brevi distanze” quando una persona è in sovrappeso, ma non ancora obesa. E se una persona, dopo una dieta, in genere cambia il suo stile di vita e decide di ridurre permanentemente la quantità di cibo che mangia, questo è cosa buona e corretta.

Inoltre, non esistono controindicazioni stringenti al digiuno intermittente nei pazienti bariatrici. Questo metodo viene scelto dai pazienti per perdere qualche chilogrammo prima dell’intervento chirurgico. Ma a causa del pericolo di esacerbazione di malattie croniche, in questo momento è estremamente importante aumentare il controllo sull’assunzione dei farmaci; è necessario effettuare regolarmente esami di laboratorio per prevenire carenze di microelementi e vitamine, e in generale il processo deve essere monitorato da un medico.

Controindicazioni

In molti casi, la decisione di “seguire una dieta rigorosa da domani” spetta a coloro che hanno già non solo un indice di massa corporea elevato, ma anche malattie croniche legate al sovrappeso. È possibile che vi siano problemi psicologici che contribuiscono allo sviluppo di disturbi alimentari. Pertanto, prima di prescrivere un paziente per un intervento di chirurgia bariatrica, i medici effettuano un esame completo.
Opinione di esperti dei medici sui benefici e sui danni del digiuno
Opinione di esperti dei medici sui benefici e sui danni del digiuno
5 minuti di lettura
5.0
(3)
Ruslan Abramov
Plastic surgeon

La decisione di operare viene presa collettivamente. Prima di prendere una decisione seria, è importante identificare tutte le controindicazioni e consultare i medici: terapista, nutrizionista, endocrinologo. Questo approccio dovrebbe essere adottato prima di introdurre qualsiasi tecnica di perdita di peso, incluso il digiuno intermittente. Come minimo, dovresti consultare un medico per quanto riguarda le controindicazioni personali.

Per il digiuno intermittente, l’elenco principale include:

  • malattie dello stomaco;
  • malattie della cistifellea (con la pratica prolungata sono possibili il ristagno della bile e lo sviluppo di colelitiasi) e delle ghiandole surrenali;
  • diabete mellito, ipertensione, gotta;
  • indice di massa corporea inferiore a 18,5;
  • disturbi alimentari;
  • gravidanza e allattamento;
  • assunzione regolare di farmaci associati ai pasti;
  • età fino a 18 anni.
Sia dopo una dieta che dopo un intervento di chirurgia bariatrica, è importante mantenere un programma di sonno e seguire una dieta regolare ed equilibrata, bere abbastanza acqua e impegnarsi in esercizi aerobici quotidiani. E, cosa più importante, tutto ciò deve essere fatto sotto la supervisione dei medici, nell’ottica di un cambiamento completo dello stile di vita e non di misure a breve termine.

Esistono dati quantitativi confermati che se nell’obesità il processo di perdita e mantenimento del peso non è supervisionato dai medici, compresi i chirurghi bariatrici, per gli uomini le possibilità di raggiungere un peso corporeo normale sono solo 1 su 210 e per le donne – 1 su 124.

Voto articolo
5,0
2 valutazioni
Valuta questo articolo
Maxim Burikov
Hai usato il metodo del digiuno intermittente per perdere peso? Che effetto hai ottenuto?
avatar
  Notifiche sui commenti  
Notifica di
Maxim Burikov
Leggi gli altri miei articoli:
Contenuto Vota Commenti
Condividere

Potrebbe piacerti anche

Nutrizionista clinico sui tipi più diffusi di digiuno intermittente
5 minuti di lettura
5.0
(2)
Alena Chernova
Alena Chernova
Nutritionist expert, clinical nutritionist, health-coach
Il digiuno intermittente dal punto di vista di un nutrizionista certificato
5 minuti di lettura
5.0
(1)
Marina Kosenkova
Marina Kosenkova
Certified Nutritionist

Scelta dell'editore

Revisione esperta dei principali tipi di comportamento alimentare
7 minuti di lettura
5.0
(2)
Liana Valeeva
Expert in weight management and eating psychology
Dovresti mettere il ghiaccio sul viso? Un esperto degli effetti del freddo sulla pelle
7 minuti di lettura
5.0
(3)
Natalia Lesnova
Natalia Lesnova
Founder of a natural skincare brand, PhD