Contenuto generato dall’utente (UGC): cos’è e come utilizzarlo?

Contenuto generato dall’utente (UGC): cos’è e come utilizzarlo?
Immagine: bazaarvoice.com
Condividere

Se ti è mai capitato di leggere recensioni di un prodotto, sfogliare forum online o conoscere un marchio da un post sui social media o dal commento di un amico prima di acquistarlo, sei stato esposto a contenuti creati da altri utenti, chiamati UGC (user-generated contenuto). Con lo sviluppo del mercato degli influencer, i contenuti generati dagli utenti sono entrati in una nuova dimensione e hanno raggiunto un livello più elevato.

Questo però non significa che le semplici opinioni espresse da amici o altri utenti nei commenti sui social network appartengano al passato. Le persone ora hanno più opportunità che mai di condividere le loro opinioni oneste. Ciò significa che i clienti attuali e futuri hanno la possibilità di diventare i tuoi migliori operatori di marketing e promotori dei tuoi prodotti e servizi, il tutto gratuitamente.

Che cos’è l’UGC?

I contenuti generati dagli utenti (UGC) sono contenuti creati dagli utenti stessi. Tra gli utenti ci sono sia clienti di terze parti che coloro che hanno già familiarità con il prodotto o servizio. In generale si possono chiamare consumatori: si tratta di tutte quelle unità che creano contenuti sul marchio, ad esempio taggandolo sui social network e scrivendo messaggi sul forum, aggiungendo, ad esempio, un collegamento alla fonte (cioè a il dominio).
UGC
Immagine: canto.com

Per definizione devono trattarsi di contenuti gratuiti, cioè non sponsorizzati o pagati dal brand. Esistono molti esempi di contenuto generato dagli utenti e in pratica può essere utilizzato su qualsiasi sito Web che consenta agli utenti di esprimersi. I contenuti generati dagli utenti non sono sempre positivi per un marchio, poiché alcuni di essi possono consistere in recensioni negative di un prodotto o servizio.

Gli UGC includono contenuti contenenti recensioni:

  • sui social network;
  • sui siti web;
  • forum di discussione;
  • nelle chat;
  • nella pubblicità;
  • nei file audio e video digitali.

La politica di Google richiede che i contenuti generati dagli utenti siano contrassegnati come rel=”ugc” nel codice sorgente della pagina, in modo simile a come vengono contrassegnati i contenuti dofollow e nofollow. Tuttavia, nella pratica, questa marcatura non viene sempre utilizzata e non sempre è possibile influenzarla.

Vantaggi dei contenuti generati dagli utenti

L’UGC ha indubbiamente molti vantaggi. Tuttavia, questi contenuti spesso non vengono creati “così come sono”: la maggior parte degli utenti deve essere mobilitata e incoraggiata a condividere le proprie opinioni online. In definitiva, la creazione di questi contenuti inizia in parte dalla posizione dell’azienda stessa, sebbene gli UGC non siano contenuti sponsorizzati per definizione. Di seguito sono riportati alcuni vantaggi dei contenuti generati dagli utenti e brevi suggerimenti su come utilizzarli per scopi di marketing.

UGC
Immagine: socialbee.com

1. Gli UGC convertono meglio degli annunci generati dall’azienda. Secondo una ricerca, l’85% dei consumatori afferma di essere più influenzato dai contenuti generati dagli utenti che dal brand stesso. Pertanto, i marchi dovrebbero comunicare con i propri clienti e mobilitarli per creare contenuti online su di loro, ispirandoli a partecipare attivamente agli UGC.

2. I dati della società canadese MuseFind mostrano che il 92% dei consumatori si fida più delle opinioni degli influencer che della pubblicità tradizionale. Se con queste recensioni (positive!) aggiungi un ulteriore link al dominio, puoi contare su un maggiore interesse per i prodotti e i servizi offerti. Non stiamo parlando di pubblicità sponsorizzata, ma di opinioni spontanee espresse su Internet, perché gli UGC di solito vengono generati in modo impulsivo, sul momento. Le persone che esprimono opinioni non utilizzano modelli, reagiscono semplicemente al prodotto in quel momento e, ad esempio, lasciano una recensione emotiva. Quindi questa “pubblicità gratuita” può trasformarsi in “aggiungi al carrello”.

Qual è la pubblicità più efficace per le piccole imprese?
Qual è la pubblicità più efficace per le piccole imprese?

3. Gli UGC aumentano l’autorità del marchio. Se se ne parla molto online, e in modo positivo, sarà ben associato ai futuri clienti. Questo contenuto ti aiuterà a creare fiducia tra i tuoi utenti: è un modo semplice per costruire relazioni con loro e poi con i loro amici.

4. La creazione di UGC migliora il sentimento di appartenenza a una comunità, un gruppo di persone legate da opinioni su un marchio, prodotto o servizio. Quando gestisci una grande azienda, non permettere a te stesso di isolarti dai tuoi clienti. Pubblicando, commentando e condividendo i tuoi contenuti, i consumatori avranno la sensazione di avere un impatto sul marchio che gestisci. Verrà creata una connessione tra gli utenti, il tutto attraverso semplici discussioni sui social media.

5. I contenuti generati dagli utenti sono essenzialmente gratuiti per te, ma possono apportare enormi vantaggi di marketing e aumentare le vendite. Non devi obbligare i tuoi dipendenti a generare opinioni e commenti su Internet: con un’adeguata mobilitazione, gli utenti lo faranno per loro. Ricorda che a volte è necessario premiare i clienti attuali e potenziali con premi, campioni gratuiti e promozioni.

Come ottenere i contenuti degli utenti?

Il modo più comune per attirare l’attenzione degli utenti sul tuo marchio è attraverso l’uso dei social network. Crea hashtag pertinenti alla tua pubblicità e incoraggia i tuoi clienti a utilizzarli quando esprimono le loro opinioni sul marchio. Se vuoi vedere dove si parla della tua attività in modo da poter partecipare alla conversazione o aggiungere benzina sul fuoco, esplora i canali di social media più popolari e cerca informazioni sul tuo dominio.

UGC
Immagine: embedsocial.com

Scopri chi utilizza i tuoi tag, chi menziona il brand, chi lo tagga su Pinterest, nei commenti su altri siti. Trova menzioni su YouTube e, soprattutto, analizza il traffico del dominio grazie a Google Analytics e Google Search Console. Attraverso questa ricerca imparerai dove le persone parlano di te e come puoi usarlo.

Se offri un prodotto che può essere suddiviso in campioni, offrili ai tuoi utenti. Inviare o regalare campioni è un modo vecchio stile ma ancora popolare per promuovere il tuo marchio. I campioni consentono agli utenti di conoscere un marchio in cambio di contenuti generati dagli utenti, ovvero una recensione spontanea o un commento su un social network.

Organizzare un concorso o aggiungere omaggi agli ordini può anche portare a contenuti aggiuntivi di cui i clienti si vanteranno online. Questo è uno dei metodi più popolari per ottenere contenuti generati dagli utenti perché prevede l’interazione attiva con l’utente. Se combini questi due elementi e crei, ad esempio, un sondaggio sufficientemente attraente, questa azione porterà anche a repost e condivisione del link con gli amici.

Se ti interessa un buon ROI (ritorno sull’investimento), i contenuti generati dagli utenti dovrebbero essere uno degli elementi della tua strategia di marketing online. Inoltre, non è necessario investire molto qui per ottenere vantaggi significativamente maggiori. Ricorda che i social media sono un buon posto per fare i tuoi primi esperimenti se non sei sicuro che gli UGC funzioneranno per la tua attività.